menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ingressi Ospedali Riuniti

Ingressi Ospedali Riuniti

Bimba morta a Foggia, tra domani o dopodomani l’autopsia

Tra le ipotesi che dovranno essere verificate dall'autopsia, oltre alla possibile infezione, anche quella di una reazione allergica a un medicinale o ad un alimento. Autopsia affidata alla Dott.ssa Irene Riezzo

Sarà eseguita probabilmente domani o al massimo dopodomani l'autopsia sul corpo della bambina di tre anni e mezzo morta domenica scorsa nel reparto di Pediatria dell'Ospedale Riuniti di Foggia, forse a causa di un’infezione batterica invasiva.

Lo ha reso noto all'Ansa il prof. Vittorio Fineschi, anatomo patologo degli Ospedali Riuniti di Foggia. L'incarico, da parte del pm della Procura di Foggia, Dominga Petrilli, che coordina le indagini dei carabinieri del Comando provinciale, è stato assegnato alla dott.ssa Irene Riezzo dello staff di Fineschi.

Sarà quindi l'esame autoptico a rivelare quali siano state le vere cause che hanno provocato la morte della bambina i cui sintomi erano stati una febbre persistente innalzatasi nonostante la somministrazione di tachipirina, e poi alcune macchie rosse sulla pelle.

Motivo per il quale l'asilo "Angela Fresu" di via Consagro frequentato dalla bimba, resterà chiuso fino a domani per essere disinfettato. Il calvario della piccola e dei genitori è  cominciato con una febbre altalenante. Poi, su consiglio del pediatra, le hanno somministrato un antipiretico ma, subito dopo, la febbre ha avuto un picco ancora più alto e sono comparse macchie rosse sulla pelle.

I genitori, in considerazione del’aggravarsi delle condizioni della figlia, si sono precipitati in ospedale dove, dopo un passaggio al pronto soccorso, la bimba è stata ricoverata nel reparto di maternità-pediatria degli Ospedali Riuniti.

Cianotica e con una frequenza cardiaca molto bassa, la vittima è stata trasferita poi nel reparto di rianimazione dove è morta un'ora dopo.

Gli ispettori dell'ufficio di igiene della Asl di Foggia, dopo un sopralluogo effettuato all'asilo, hanno chiesto e ottenuto dal sindaco la chiusura della struttura per due giorni in modo da sottoporrla ad una bonifica antibatterica.

I genitori hanno presentato denuncia ai carabinieri chiedendo che vengano accertate le cause della morte. Il magistrato inquirente, Dominga Petrilli, ha disposto il sequestro della cartella clinica.

Tra le ipotesi che dovranno essere verificate dall'autopsia, oltre alla possibile infezione, anche quella di una reazione allergica a un medicinale o ad un alimento.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento