rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Follia, fiamme e spari come otto anni fa: assalto paramilitare al caveau della vigilanza, non si esclude pista foggiana

La rapina che avrebbe fruttato circa 4 milioni di euro è stata messa a segno ieri presso la sede dell'istituto di vigilanza Sicuritalia Ivri di Sambuceto a Chieti

Nessuna pista è esclusa, men che meno quella che porterebbe alla provincia di Foggia, dove risiedono elementi di spicco della criminalità tra gli specialisti degli assalti ai portavalori, istituti di vigilanza e bancomat.

Quello paramilitare di ieri sera all’istituto di vigilanza Sicuritalia Ivri di via Po a Sambuceto, avrebbe fruttato nelle casse del commando super armato alcuni milioni di euro, forse quattro; sono almeno due i sacchi contenenti il denaro che sarebbero stati portati via dai banditi; una ventina, invece, le persone che hanno preso parte alla rapina presso il deposito del centro Italia.

Come riporta Chietitoday (vedi le foto), si è trattato di un'azione tanto fulminea quanto violenta che ha colto di sorpresa gli uomini che erano di guardia. Sul posto sono intervenuti polizia, carabinieri, vigili del fuoco e ambulanze. Indagano la polizia e la squadra mobile. 

In un articolo a firma di Loris Zamparelli, responsabile di Chietitoday e de IlPescara, la dinamica dell'assalto: L’azione criminosa è cominciata intorno alle ore 20:30 quando il commando ha dato fuoco a un'automobile davanti al cancello di ingresso. I banditi hanno cominciato a sparare diversi colpi di mitra.

Nel frattempo, nella parte laterale, è entrato in azione l'escavatore: con la benna i malviventi hanno prima sfondato il muro di cinta, subito dopo quello perimetrale in cemento armato dietro al quale c'era l'area di smistamento dove le banconote vengono contate prima di essere portate nel caveau, e al cui interno c'erano una decina di addetti che hanno iniziato a sentire i tonfi contro il muro, crollato per metà.

Immediatamente dopo i banditi sono entrati armi in pugno. Sono scattati tutti gli allarmi di sicurezza, la corrente elettrica è saltata ed è stato dato l'allarme. Dopo aver sottratto i sacchi contenenti il denaro, il commando si è dato alla fuga lasciano una scia di terrore e fiamme. Hanno infatti incendiato anche i camion messi di traverso (tutti i mezzi usati, compreso il rimorchio che ha trasportato l'escavatore erano stati rubati in precedenza) e sparato contro l'arrivo delle forze dell'ordine. Hanno anche puntato la pistola in faccia a un'automobilista che transitava per rubargli la macchina e fuggire. Diverse altre auto invece sono rimaste in panne dopo aver bucato gli pneumatici a causa dei chiodi lasciati lungo le carreggiate stradali. Quattro degli addetti alla sicurezza hanno subìto un contraccolpo psicologico per stress post traumatico.

Di recente una formazione criminale costituita da soggetti di Cerignola era stata sgominata poco prima che mettessero a segno un colpo 80 milioni di euro nel caveau di un istituto di vigilanza di Calcinato, nel Bresciano (leggi qui).

Le immagini di ieri non sono dissimili dalla tentata rapina del 25 giugno 2014 al Villaggio Artigiani di Foggia ai danni della sede Np Service, “attaccata” con l’ausilio di un caterpillar con il quale il commando avevano distrutto una parete dell'azienda, creandosi un varco per accedere nei locali della struttura ma senza riuscire a raggiungere il caveau. Ci fu in quella occasione un vero e proprio conflitto a fuoco con la polizia che era giunta sul posto a meno di quattro minuti dall’allarme scattato in automatico.

Un colpo che come quello di ieri in Abruzzo, era stato pianificato da tempo e organizzato nei minimi dettagli: dalla chiusura delle principali arterie cittadine con camion e altri mezzi pesanti posizionati trasversalmente sulle carreggiate di Viale Fortore, Via Manfredonia, Via Leone XIII e Via Trinitapoli e poi dati alle fiamme, agli ingressi diretti dalla tangenziale e dal casello autostradale disseminati di chiodi a quattro punte che hanno lasciato in panne decine e decine di automobilisti ignari, che si sono ritrovati con tutti i pneumatici forati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Follia, fiamme e spari come otto anni fa: assalto paramilitare al caveau della vigilanza, non si esclude pista foggiana

FoggiaToday è in caricamento