Finisce in carcere Marco Raduano: atti persecutori nei confronti degli uomini di Perna

L'uomo, arrestato dai carabinieri su ordinanza di custodia cautelare in carcere, è accusato del reato di atti persecutori nei confronti di 3-4 viestani ritenuti vicini al rivale Perna

In carcere per atti persecutori Marco Raduano, elemento di spicco della criminalità viestana, già braccio destro del boss Angelo Notarangelo (ucciso nel gennaio del 2015) e recentemente sottoposto al regime della sorveglianza speciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto accertato dai carabinieri, Raduano avrebbe tenuto condotte persecutorie nei confronti di almeno quattro viestani, alcuni dei quali ritenuti vicini al rivale Girolamo Perna un altro incensurato. Nessuno però ha sporto denuncia nei suoi confronti, nonostante per gli inquirenti lo stesso "avrebbe mostrato atteggiamenti prepotenti e minacciosi nei confronti dei coinvolti, colpevoli anche solo di essersi presentati in un esercizio commerciale senza il suo permesso”. Per il fatto, l’uomo è stato tratto in arresto su ordinanza di custodia cautelare e tradotto in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento