Cronaca

Arrestati i fratelli Bruno: Gianluca sosteneva di essere Ciro, che aveva evaso i domiciliari

Ciro è stato arrestato per evasione, mentre suo fratello Gianluca per aver fornito false generalità e per il reato di favoreggiamento.

Sono stati nuovamente arrestati i fratelli Ciro e Gianluca Bruno, che risultavano entrambi sottoposti al regime degli arresti domiciliari, rispettivamente per reati in materia di sostanze stupefacenti e cumulo di pene per reati contro il patrimonio e per droga. L’episodio è nato dopo un controllo compiuto dai carabinieri presso l’abitazione dei predetti.

Quando i militari dell’Arma hanno suonato il campanello, ad aprirli il portone è andato Gianluca, il più piccolo dei fratelli Bruno, di anni 27. A quel punto, non vedendo in casa il 35enne Ciro, gli uomini in divisa hanno chiesto dove si trovasse in quel momento. Il ragazzo, giocando sulla forte somiglianza, ha tentato più volte di ingannare i carabinieri, sostenendo di essere lui Ciro Bruno, ma di non avere a portata di mano il documento di riconoscimento.

A quel punto i militari, convinti del tentato inganno, gli hanno chiesto dove si trovasse suo invece Gianluca Bruno. A tale richiesta il soggetto, non avendo altra giustificazione da opporre, non ha potuto far altro che ammettere di essere Gianluca e che il fratello Ciro non era in casa.

Quest’ultimo, infatti, dopo alcune ore, veniva rintracciato al momento di rientrare nella sua abitazione e arrestato per evasione, mentre suo fratello Gianluca per aver fornito false generalità e per il reato di favoreggiamento. Al termine del relativo giudizio per direttissima veniva convalidato l’arresto e i i fratelli venivano nuovamente ristretti presso le loro abitazioni in regime di arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati i fratelli Bruno: Gianluca sosteneva di essere Ciro, che aveva evaso i domiciliari

FoggiaToday è in caricamento