L’operazione ‘largo raggio’ dei carabinieri funziona: arrestate sedici persone

Nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati contro il patrimonio e contro la persona compiuto nella giornata di venerdì

Immagine d'archivio

Oltre ai quattro ragazzi di Orta Nova, inseguiti dai militari del 112 per aver tentato l’assalto a un bancomat di Lavello e arrestati in agro di Cerignola e alle ricerche di Marco Raduano, i carabinieri del Comando Provinciale di Foggia, supportati dal 6° Nucleo Elicotteri di Bari e dalla Compagnia di Intervento Operativo dell’XI Battaglione Puglia, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati contro il patrimonio e contro la persona compiuto nella giornata di venerdì, hanno arrestato altre 12 persone.

Si tratta P. G., 57enne viestano, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Foggia per il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare. D. M., 51enne peschiciano, resosi responsabile di reiterate violazioni alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali. C. M., sanseverese classe ‘76, già sottoposto agli arresti domiciliari, il quale è stato sorpreso mentre passeggiava per le vie del centro e immediatamente bloccato e tratto in arresto. C. G., sannicandrese classe ‘70, su ordine dell’A.G. per i reati di estorsione continuata aggravata, e maltrattamenti in famiglia continuati, commessi in San Nicandro Garganico ai danni dei propri genitori nel febbraio del 2016.

E ancora, sono stati arrestati: P. A., sanseverese classe ‘71, su ordine dell’A.G. per il reato di concorso in tentata estorsione continuata. T. G., foggiano classe ‘77, arrestato su ordine dell’A.G. per i reati di estorsione continuata e maltrattamenti in famiglia ai danni della madre convivente. P. M., sanseverese classe ‘71, arrestato in flagranza del reato di furto aggravato. P. A., foggiano classe ‘94, arrestato in flagranza del reato di spaccio di stupefacenti e resistenza a P.U. S. L., cerignolano classe ‘95, arrestato in flagranza del reato di guida in stato di ebbrezza e resistenza a P.U. C. L., foggiano classe ‘76, arrestato in flagranza del reato di evasione. P. A. G. , foggiano classe ‘68, arrestato in flagranza del reato di evasione. C. G. , rumeno classe ‘68, arrestato in esecuzione di ordine dell’A.G.

Sono state inoltre effettuate numerose perquisizioni personali, veicolari e domiciliari, finalizzate alla prevenzione e repressione dei reati in genere, che hanno permesso ai carabinieri di sequestrare complessivamente 25 grammi di marijuana, 2 piante della medesima sostanza stupefacente e 2 grammi di hashish. Tre persone sono state denunciate in stato di libertà, due, invece, sono state segnalate alla Prefettura di Foggia quali assuntrici di droga. 

Nel corso del servizio sono stati anche effettuati accurati controlli alla circolazione stradale sulle principali arterie della giurisdizione e, in particolare, nelle aree maggiormente sensibili sotto i profili dell’ordine e della sicurezza pubblica, durante i quali i militari hanno elevato svariate contravvenzioni e hanno provveduto a sequestrare due veicoli, sprovvisti della prevista copertura assicurativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento