rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Attualità

Foggiani punti nell'orgoglio da 'La Zanzara' di Cruciani

Le reazione alle affermazioni del conduttore de 'La Zanzara', Giuseppe Cruciani, su Foggia città più brutta d'Italia con Catanzaro

Il termometro del dibattito è infuocato, le reazioni dei foggiani alle offese di Cruciani non si sono fatte attendere. Migliaia i commenti, molti favorevoli alle affermazioni del conduttore de ‘La Zanzara’, che per quanto l’abbia sparata grossa, ha fatto incetta di consensi.

Ad eccezione di chi, legittimamente, continua a difendere la propria terra: “Amo la mia città e la vedo meravigliosamente bella” o di chi difende Foggia ma non i foggiani: “La nostra non è assolutamente una brutta città, tutt'altro. Se poi vogliamo dire che noi foggiani facciamo di tutto per renderla brutta, invicile, invivibile e pure corrotta, allora è un altro discorso!”. Ed anche, “non è affatto brutta, ha secoli di storia alle sue spalle , era la città più amata dal grande Federico II. Siamo noi foggiani di oggi a renderla brutta”.

Arrendevoli tanti altri: “Come dargli torto” oppure “Bisogna essere obiettivi, c’è poca brava gente”.. Qualcun altro rispolvera il vecchio detto, “Fuggi da Foggia….”. Poi c’è chi ritiene sia avvilente essere d’accordo con Cruciani e pensare che il capoluogo dauno sia effettivamente brutto. Tuttavia – al netto del degrado e dell’inciviltà, della criminalità e delle difficoltà tutte - prevale l’orgoglio di appartenere a una città che rivendica di aver dato i natali a personaggi illustri come Umberto Giordano, Renzo Arbore, Gegè Telesforo, Francesco Saverio Altamura, Giuseppe Rosati, Gigi Samele, Maria Chiara Giannetta e tanti altri.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggiani punti nell'orgoglio da 'La Zanzara' di Cruciani

FoggiaToday è in caricamento