Attualità

Foggia torna in zona Gialla, ma oltre 50 ristoratori non apriranno a pranzo: "Tuteliamo la salute di clienti e dipendenti"

I ristoranti di Foggia che hanno aderito all'iniziativa di cinque colleghi, tra cui Rino Buonpensiero, resteranno chiusi al pubblico ma faranno il delivery e l'asporto

Da oggi 15 dicembre Foggia e altri 13 comuni ritornano in 'zona gialla'. Era stato Michele Emiliano, il 7 dicembre, a disporre il ritorno, dopo appena 48 ore, dall'8 al 14 nella zona arancione per venti comuni della Puglia, di cui quattordici dlela provincia di Capitanata, quattro della Bat e due della Murgia Barese.

Bar e ristoranti aperti a pranzo, eppure alcuni ristoratori, su iniziativa partita da cinque colleghi, non riapriranno "per tutelare la salute dei propri clienti e quella del proprio personale. L'apertura a pranzo ci avrebbe fatto comodo ma preferiamo tutelare la salute dei nostri dipendenti e dei nostri clienti".

Rino Buonpensiero, promotore dell'iniziativa, sostiene che vi abbiano già aderito una cinquantina di titolari della ristorazione, alcuni dei quali anche di Manfredonia e Lucera

Proseguiranno però l'attività di delivery e asporto, "perchè dobbiamo ugualmente sostenerci" ha puntualizzato Buonpensiero, che ha aggiunto come l'iniziativa si stia estendendo a macchia d'olio: "Continuiamo a ricevere altre adesioni. 

I ristoranti resteranno chiusi al pubblico ma "continueremo con il delivery e l'asporto - aggiunge Buonpensiero - perché dobbiamo comunque sostenerci".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia torna in zona Gialla, ma oltre 50 ristoratori non apriranno a pranzo: "Tuteliamo la salute di clienti e dipendenti"

FoggiaToday è in caricamento