Associazioni contro l'assessore al Welfare, Salvatore Ruggeri: "Conclamata incapacità di gestione. Dimissioni immediate"

La richiesta di sette associazioni di disabili: “Il Welfare necessita di un assessore democratico, capace nell'ascolto e concreto, che non perda e non faccia perdere tempo a nessuno, tanto meno alle famiglie che si fanno carico di assistere al proprio domicilio un disabile gravissimo"

Immagine di repertorio

“Dimissioni immediate” per la “conclamata incapacità a gestire un assessorato così importante e delicato”, quale quello regionale al Welfare.

Pesante affondo delle associazioni C16no, Contro le barriere, A.Ri.Anna, Associazione tetraplegici, Viva la vita, Disabili attivi e Uildm che chiedono la destituzione dell’assessore Salvatore Ruggeri. “Al fine di tutelare non solo gli interessi dei propri iscritti ma di tutta la gravissima disabilità pugliese, le associazioni che rappresentano, al Tavolo regionale per la non autosufficienza, le persone con disabilità, chiedono immediate dimissioni dell'assessore al Welfare della Regione Puglia, Salvatore Ruggeri”, scrivono in una nota congiunta.

“Il Welfare necessita di un assessore democratico, capace nell'ascolto delle istanze, e concreto, che non perda e non faccia perdere tempo a nessuno, né tanto meno alle famiglie che si fanno carico di assistere al proprio domicilio un disabile gravissimo, requisiti che non sono emersi, da parte dell'assessore Ruggeri, nell'arco del suo mandato. Si chiede, pertanto, l'immediato intervento da parte del presidente Emiliano affinché revochi l'incarico all'assessore Ruggeri e si attivi per sostituirlo con altra persona provvista dei requisiti necessari per ricoprire detto ruolo e non occupare una poltrona senza alcun beneficio concreto per la collettività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento