Max Olivieri ai sanseveresi: "Sarà una squadra che farà divertire i tifosi"

Il neoallenatore giallogranata rilascia alcune anticipazioni sul nuovo team

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"Un San Severo a trazione anteriore, orientato al "4-3-3 o al 4-3-2-1". Mister Massimiliano Olivieri è già al lavoro per "disegnare" il team giallogranata per la stagione 2016-2017. Quel che è certo è che la squadra avrà una propensione offensiva molto marcata. "Cerchiamo un centrale metodista e una punta di movimento col fiuto del gol. Su un tessuto già di buon livello, pensiamo di innestare degli under di qualità", anticipa Olivieri che, però, sui nomi mantiene uno strettissimo riserbo: "Prima di fare nomi aspettiamo l'incontro con i soci e la presentazione ufficiale di tutto lo staff. È questione di pochi giorni". Due nomi, in particolare, sarebbero molto graditi. Il ds Gigi Marino, su input dello stesso Olivieri, sta trattando Matteo Camasta (Centrale difensivo) e Angelo Colella (centrocampista centrale), entrambi ex Vieste. Entrambi già allenati da Olivieri.

In attesa delle prime conferme ufficiali, mister Olivieri affronta una riflessione su quella che è stata la vera nota dolente di questi anni: lo stadio "Ricciardelli". "L'anno scorso ho seguito parecchie partite del San Severo dagli spalti. Vengo da Vieste dove hanno lo stesso problema e capisco l'amarezza dei dirigenti giallogranata. Ritrovarsi lo stadio quasi vuoto per motivi logistici o strutturali è un vero peccato. Il San Severo, insieme al Manfredonia, è la seconda forza calcistica di Capitanata. E meriterebbe ben altri palcoscenici sportivi. Mi auguro che questo sia l'anno giusto per trovare una soluzione positiva e condivisa".

Torna su
FoggiaToday è in caricamento