Calcio

Il dopo Gallo è cominciato, Schenetti: “Con l'Andria sfida dura. Mister Somma? Ci ha fatto una buona impressione”

Il fantasista ha commentato gli avvenimenti dei giorni scorsi (“È stata una settimana particolare”) e parlato della sua posizione: “A me piace dare una mano alla squadra”

Per fortuna che c’è il campo. A quello si deve pensare anche per accantonare l’ennesima settimana convulsa di una stagione che definire movimentata sarebbe quasi riduttivo. Nel derby con la Fidelis Andria il Foggia si presenta con una nuova guida tecnica, la terza della stagione, dopo l’addio burrascoso di Gallo e la scia di polemiche che ha generato: “È stata una settimana particolare, abbiamo appreso la notizia martedì mattina e non ci è rimasto da fare altro che accettarle e andare avanti, sapendo che abbiamo fin qui fatto un percorso importante”.

Chi parla è Andrea Schenetti, uno dei giocatori prima messi da parte, poi rigenerati dalla cura Gallo in un ruolo che ne ha messo in evidenza non solo le qualità di rifinitore, ma anche quelle più insospettabili: “Io cerco di dare sempre un contributo alla causa. Poi è chiaro che giocare più avanti può esaltare le mie caratteristiche, ma bisogna sempre guardare prima al bene della squadra. L’importante è vincere e proseguire il percorso”.

Sulla questione ruolo, Schenetti mette al bando gli integralismi: “A me piace dare una mano alla squadra. Nel 3-5-2 da mezzala ho cercato di dare importanza anche alla fase difensiva perché il ruolo richiede anche quel tipo di sacrificio. Un giocatore di qualità deve essere importante anche nella fase di non possesso”.

Ieri c’è stato il primo incontro con mister Somma: “Ci ha fatto una bellissima impressione, poi col tempo ci conosceremo meglio. Abbiamo cercato di accorciare i tempi, ma penso che ad Andria si vedrà l’impronta della squadra che c’è sempre stata. Stravolgere tutto non avrebbe avuto senso anche perché non c’è stato il tempo. Applicheremo concetti e principi già immagazzinati, poi il mister ci darà qualche indicazione. Però, la base è quella”.

Sulla carta non ci sarebbe partita, ma malgrado l’Andria annaspi in ultima posizione, pensare di avere i tre punti già in tasca sarebbe un errore esiziale: “In questo girone tutti possono vincere con tutti, lo abbiamo visto poche settimane fa con la Viterbese (contro il Catanzaro, ndr). Tutte le partite vanno preparate alla stessa maniera. La Fidelis non scenderà in campo per regalarci punti”. Non si sbilancia sulla polarizzazione tra i tifosi generatasi in seguito all’addio di Gallo: “Non entro nel merito delle posizioni, ognuno ha il suo pensiero. Ai tifosi dico solo che per noi sono importanti e che da qui alla fine ci daranno una grande mano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dopo Gallo è cominciato, Schenetti: “Con l'Andria sfida dura. Mister Somma? Ci ha fatto una buona impressione”
FoggiaToday è in caricamento