rotate-mobile
Calcio

Il San Severo festeggia salvezza e centenario. Ma al "Ricciardelli" passa il Corato

I neroverdi vincono 2-1

Al "Ricciardelli" oggi interessava far festa. Per la salvezza raggiunta già nelle precedenti domeniche e per il centenario che ha visto unirsi i vari protagonisti della storia giallogranata in una giornata in cui, inevitabilmente, la gara contro il Corato era di semplice contorno. E i coratini ne hanno approfittato per portarsi a casa i tre punti utili a giocarsi la semifinale play-off contro il Bisceglie, propedeutica a sancire chi sfiderà il Manfredonia al "Miramare" (nel girone B, invece, il Gallipoli affronterà in finale la vincente di Ugento-Manduria). A segno Scardigno con una doppietta equamente distribuita tra prima e seconda frazione. Nel mezzo il momentaneo pareggio di Burdo per i sanseveresi.

La squadra di mister Rufini era partita con ben altre ambizioni a inizio torneo. Sulla carta era stata costruita una rosa in grado di poter vincere il campionato. Ma le cose non sono andate bene in termini di risultati al punto che, a dicembre, la compagine di inizio stagione era ormai stata praticamente smantellata. Il netto ridimensionamento non ha però scalfito il navigato Rufini che è riuscito a condurre in porto una stagione che stava volgendo al peggio. Adesso, per il presidente Dino Marino, sarà tempo di programmare il prossimo campionato, magari coadiuvato da forze fresche dell'imprenditoria locale. Difficile stabilire se si proseguirà con Rufini in panca e Faccilongo nel ruolo di direttore sportivo. Quel che è certo è che bisognerà ripartire innanzitutto dall'ossatura di base di questa squadra, da alcuni under che si sono messi in mostra, e impreziosire l'organico con elementi di categoria per centrare quanto meno i play-off. Il San Severo, per ora, chiude la stagione al quart'ultimo posto con 30 punti, assieme al Real Siti, frutto di nove vittotie e tre pareggi (meno pareggi di tutte le formazioni del girone). Quattordici le sconfitte subite per 33 gol fatti e 46 incassati. Rispetto alla passata stagione, con mister Bonetti in panchina e un organico non paragonabile a quello di quest'anno e peraltro indebolito nel mercato invernale, la squadra dell'Alto Tavoliere ha raccolto ben 6 punti in meno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il San Severo festeggia salvezza e centenario. Ma al "Ricciardelli" passa il Corato

FoggiaToday è in caricamento