Lunedì, 15 Luglio 2024
Calcio

Gallo vuole regalare la finale di coppa ai tifosi: “Faremo di tutto. Mercato? Chiedete al diesse”

Domani sera al ‘Moccagatta’ il secondo atto delle semifinali di Coppa Italia. Si prevede un esodo di tifosi rossoneri da Foggia e da tutta Italia: “Cercheremo di renderli felici”

“Faremo di tutto per fare un regalo ai tifosi, consapevoli dell’amore che hanno per questa squadra”. Un regalo di San Valentino posticipato di un giorno è ciò che si aspettano i circa 2mila tifosi che da Foggia e dal resto d’Italia affolleranno il ‘Moccagatta’ di Alessandria, per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia.

In palio c’è la finale che potrebbe voler dire tante cose, a cominciare dalla corsia preferenziale in ottica playoff. Lo sanno bene anche i supporter rossoneri, non solo quelli che vivono Foggia e il Foggia nella quotidianità, ma soprattutto la moltitudine di persone che, malgrado il destino le abbia condotte lontano da casa, hanno il cuore che pompa sangue rossonero.

Per questo domani il ‘Moccagatta’ sarà un piccolo Zaccheria, come accadeva in serie B a ogni trasferta. Bei tempi. Tutti insieme appassionatamente per far sentire il proprio calore a Di Pasquale e compagni, essere un valore aggiunto vero e proprio. Un modo anche per ovviare alla limitatezza numerica della rosa. Gli auspicati interventi attingendo alla lista degli svincolati non sembrano poter arrivare a giudicare dalla glaciale risposta di mister Gallo in conferenza stampa: “Chiedete al direttore sportivo”.

I toni non sono propriamente quelli di chi è felice, anche perché il rientro di Beretta sembra piuttosto lontano (sta ancora sottoponendosi alle terapie) e Vacca ha iniziato da poco a intensificare la preparazione: “Ha iniziato a spingere da un paio di giorni. Oggi ha fatto un bell’allenamento, navighiamo a vista perché quando carichi devi sempre stare attento”. E allora, tocca lavorare con chi è a disposizione, sperando che Ogunseye recuperi pienamente dopo l’acciacco rimediato nell’ultimo segmento di gara a Crotone (“Abbiamo deciso di tenerlo fermo per due giorni”) e che tutti gli altri siano tirati a lucido. Rispetto alla gara di sabato scorso, ci saranno di nuovo Costa e Di Noia, due risorse in più fondamentali soprattutto dal punto di vista tattico.

La gara di Crotone qualche rimpianto lo alimenta ancora, insieme anche alla consapevolezza di aver fatto qualcosa di rilevante: “Abbiamo fatto una prestazione di livello, ma questo è il calcio. Allo stesso tempo sappiamo di aver messo in difficoltà la seconda forza del campionato”, ha precisato. Ma il focus va spostato sulla Juventus, che dovrà recuperare il gol di svantaggio: “La loro filosofia punta a fare calcio. Sarà una partita aperta, lunga e complicata. Dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni. Abbiamo preparato la partita con serenità, perché mentalmente queste gare si preparano automaticamente. Domani cercherò di toccare qualche corda che possa stimolarli ancora di più, ma l’importanza della partita è già nella testa dei ragazzi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallo vuole regalare la finale di coppa ai tifosi: “Faremo di tutto. Mercato? Chiedete al diesse”
FoggiaToday è in caricamento