rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Salute

Allarme 'Shaken Baby Syndrome', tra le cause di morte nei bimbi sotto ai 2 anni: "Non scuoterlo"

Il prossimo 8 aprile è prevista un evento locale di sensibilizzazione in merito alla grave forma di maltrattamento all’infanzia: “Pediatri di famiglia e medici di Vìola Dauna potranno rispondere a dubbi e domande dei visitatori"

Foggia in prima linea per la Giornata Internazionale della Salute che il prossimo lunedì, 8 aprile, porterà in città 'Non scuoterlo!', la campagna di prevenzione della Shaken Baby Syndrome promossa da Terre des hommes e Simeup (Società Italiana di Medicina di Emergenza Pediatrica) con il supporto di Fimp, Anpas e della Rete Ospedaliera contro il Maltrattamento Infantile.

L’evento locale di sensibilizzazione su questa grave forma di maltrattamento all’infanzia è stato organizzato dalla Federazione Italiana Medici Pediatri della Provincia di Foggia e da Vìola Dauna, con il patrocinio della Provincia di Foggia e della Consigliera di Parità della Provincia di Foggia. “La Shaken Baby Syndrome o sindrome da scuotimento”, spiega Anna Latino, pediatra di famiglia a Foggia e responsabile dell’area Abuso e Maltrattamento della Fimp nazionale, “è una grave forma di maltrattamento fisico che si verifica quando il bambino, generalmente sotto i due anni, viene scosso violentemente dal caregiver come reazione al suo pianto inconsolabile. Essa rappresenta ancora oggi una tra le cause significative di mortalità e di morbosità dei primi due anni di vita: un caso su quattro esita in morte o coma e in due casi su tre provoca danni permanenti con grave compromissione del percorso evolutivo”.

Tale sindrome, sebbene ancora poco conosciuta in Italia, è facilmente prevenibile: secondo Stefania Di Gennaro, presidente di Vìola Dauna - organizzazione di volontariato che opera a Foggia e in Capitanata per la prevenzione della violenza domestica su donne e minori - “obiettivo dell’evento è informare genitori, caregiver e professionisti della salute dei minori, sul significato del pianto del neonato/lattante e sull’importanza di saperlo riconoscere e gestire adeguatamente onde evitare conseguenze avverse per la salute se non addirittura fatali per il bambino”.

“Nella maggioranza dei nuclei familiari coinvolti, aggiunge Assunta Di Matteo, consigliera di Parità della Provincia di Foggia, "sono presenti altre problematicità legate a marginalità sociale, violenza, depressione materna: lo scuotimento avviene all’interno di forme di maltrattamento più ampio, per cui è importante individuare tali fragilità con una presa in carico di rete”.

Gli organizzatori esprimono grande soddisfazione, inoltre, perché Foggia sarà una delle 33 città italiane in cui si svolgerà l’evento di sensibilizzazione e lunedì 8 aprile, grazie al patrocinio concesso dal Presidente della Provincia di Foggia, sarà il Palazzo Dogana a ospitare la manifestazione. “Pediatri di famiglia e medici di Vìola Dauna potranno rispondere a dubbi e domande dei visitatori e distribuiranno materiale informativo per sensibilizzare i cittadini sui rischi connessi allo scuotimento, anche involontario, del neonato e del lattante e sulle modalità per prevenire questa ed altre forme di violenza domestica” conclude Pasquale Conoscitore, segretario provinciale della Federazione Italiana Medici Pediatri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme 'Shaken Baby Syndrome', tra le cause di morte nei bimbi sotto ai 2 anni: "Non scuoterlo"

FoggiaToday è in caricamento