Interviste cliniche, test ed esami strumentali: al via il protocollo di ricerca per la prevenzione di psicosi e malattie psichiatriche

L'Asl di Foggia partecipa alla sperimentazione, della durata di tre anni, che si rivolge a soggetti di età compresa tra 15 e 35 anni, a rischio per psicosi o che abbiano già avuto un primo esordio

Immagine di repertorio

Il Dipartimento di Salute Mentale della ASL Foggia, diretto dal prof. Antonello Bellomo, partecipa al progetto regionale “Individuazione precoce del rischio di psicosi”. All’iniziativa, promossa dal Dipartimento di Scienze Mediche di Base, Neuroscienze ed Organi di Senso dell’Università degli Studi di Bari con il supporto della Regione Puglia, hanno aderito anche le ASL di Bari, BT e Brindisi.

Il progetto è un ambizioso protocollo di ricerca finalizzato a individuare i fattori coinvolti nell’evoluzione delle patologie psichiatriche gravi e che consentono di prevedere i rischi e gli esiti della malattia conclamata. Obiettivo della sperimentazione, il cui responsabile scientifico è il prof. Alessandro Bertolino, è realizzare, anche in ambito psichiatrico, una prevenzione efficace, così come già avviene in numerose branche della medicina.

La sperimentazione, della durata di tre anni, si rivolge a adolescenti e adulti, di età compresa tra 15 e 35 anni, a rischio per psicosi o che abbiano già avuto un primo esordio. I pazienti, selezionati dal Dipartimento di Salute Mentale, saranno sottoposti a interviste cliniche, test specifici, esami strumentali.

L’analisi dei dati raccolti dagli operatori, opportunamente formati, permetterà di individuare precocemente i soggetti ad alto rischio di psicosi e all’esordio della patologia; studiare l’evoluzione dei sintomi al fine di individuare gli indicatori di transizione dallo stadio iniziale alla malattia conclamata; produrre evidenze scientifiche che favoriscano un intervento precoce sia nello stato mentale a rischio, sia all’esordio della malattia conclamata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sperimentazione fornirà, in tal modo, una grande spinta alla ricerca scientifica relativa all’evoluzione dei disturbi psicotici e favorirà una promozione della salute mentale e una prevenzione delle patologie psichiatriche gravi.  Per ulteriori informazioni contattare il prof. Mario Altamura all’indirizzo email: progettoiprpfoggia@gmail.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento