L'accorpamento del 'Lastaria' al 'Riuniti': futuro e prospettive dell'ospedale di Lucera

Lunedì prossimo è in programma il convegno "Quali prospettive per il Lastaria", organizzato dalla Regione Puglia, dal Comune di Lucera e dal Policlinico “OO.RR.” di Foggia, che tratterà l'accorpamento, ufficiale dal 1° gennaio 2020

Lunedì 20 gennaio 2020 alle ore 18.00 presso la Biblioteca Comunale di Lucera ubicata presso il Convento di “San Pasquale” si terrà il convegno “Quali prospettive per il “Lastaria”, organizzato dalla Regione Puglia, dal Comune di Lucera e dal Policlinico “OO.RR.” di Foggia.

Il convegno tratterà dell’accorpamento dell’ospedale “F. Lastaria” al Policlinico “Riuniti” di Foggia a partire dal 1 gennaio 2020, dopo un complesso e laborioso iter, con il trasferimento della gestione, dei beni mobili e immobili e della dotazione organica, in attuazione di quanto disposto dalla Deliberazione di Giunta Regionale n. 674 del 9.4.2019.

Il Convegno sarà introdotto dal Sindaco di Lucera Antonio Tutolo.

All’iniziativa pubblica interverrà il Direttore Generale dell’Asl Foggia Dott. Vito Piazzolla che illustrerà il modello di integrazione e interazione tra assistenza ospedaliera e territoriale (in particolare nelle aree disagiate) su cui continuerà la collaborazione tra la Asl Fg e l’Ospedale “Lastaria” di Lucera.

Interverranno, quindi, il Dott. Mario Morlacco, il Direttore Generale del Policlinico “Riuniti” di Foggia Dott. Vitangelo Dattoli, l’Assessore al Bilancio della Regione Puglia Dott. Raffaele Piemontese e il Presidente della Regione Puglia Dott. Michele Emiliano.

Durante il convegno saranno chiariti gli effetti del suddetto accorpamento e illustrato il programma strategico di valorizzazione dell’Ospedale “F. Lastaria”.

Alcune delle iniziative in programma riguardano preliminarmente la garanzia della continuità dell’attività fino a questo momento svolta grazie all’impegno della Asl di Foggia.

A seguire sarà potenziata l’attività di ricovero nell’area medica con integrazione della Geriatria a garanzia della risposta ai bisogni della popolazione più fragile; sarà ampliata l’attività di lungodegenza anche riabilitativa; saranno realizzate sinergie con le Chirurgie degli “Ospedali Riuniti” che assicurerà l’attività chirurgica in diverse discipline specialistiche, potenziando l’attività chirurgica del nosocomio locale. Sarà prestata  attenzione anche al Pronto Soccorso, la cui funzionalità beneficerà del collegamento a quello degli “Ospedali Riuniti”, logisticamente più raggiungibile in caso di necessità.

Particolare rilevo sarà dato all’intenso utilizzo della Telemedicina per la gestione dei pazienti ricoverati presso l’Ospedale Lastaria che fruiranno di attività consulenziali delle numerose discipline specialistiche degli “Ospedali Riuniti”.

Ulteriore attenzione, inoltre, sarà dedicata all’Oncologia, alla Dialisi ed ai Servizi specialistici ambulatoriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto in provincia di Foggia: l'epicentro a Carpino sul Gargano, il sisma di magnitudo 3.6

  • Terribile incidente sulla Statale 16: morto 36enne di Cerignola, fatale lo scontro tra auto e camion

  • San Severo come 'Gomorra': la pantera forse fuggita dalla residenza di un boss, si teme fuga verso altri comuni

  • La 'caccia' alla pantera si sposta sul Gargano: avvistamenti, in arrivo altri specialisti (trappole farcite e 'Predator')

  • Addio Luca, oggi l'ultimo saluto al 22enne morto in un terribile incidente stradale

  • Marito e moglie di Foggia fermati in stazione dalla Polfer: nel portafogli di lui c'erano due 'chèque' ambigui

Torna su
FoggiaToday è in caricamento