Artrite reumatoide: disponibile in Puglia la terapia innovativa che promette la remissione clinica

Gli esperti del Policlinico di Bari e del Policlinico di Foggia “Diagnosi e trattamenti precoci fondamentali per intervenire tempestivamente sull’artrite reumatoide. Presso il nostro Centro possibile eseguire tutti gli accertamenti in totale sicurezza”. In Puglia si stimano circa 24.000 persone con artrite reumatoide

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

L’Artrite reumatoide è una malattia reumatica che colpisce 1 persona ogni 200 in Puglia. Molti di loro non raggiungono la remissione e soffrono per il dolore, l’affaticamento, la rigidità articolare mattutina e le riacutizzazioni di malattia. Ma una nuova speranza arriva da terapie innovative appena approvate e già disponibili. Fondamentale agire tempestivamente, come dichiara il prof. Florenzo Iannone, Direttore Uoc di Reumatologia della Azienda Ospedaliera-Universitaria Policlinico e Direttore della Scuola di Specializzazione di Reumatologia dell’Università di Bari: “L’artrite reumatoide è una patologia infiammatoria cronica autoimmune che può essere fortemente disabilitante e che può compromettere in maniera importante la qualità della vita. Il suo bersaglio è costituito primariamente dalle articolazioni, che diventano gonfie, dolenti e, soprattutto al mattino, molto rigide con conseguenti difficoltà e limitazioni nei movimenti. Se non trattata per tempo, si verificano deformità articolari nell’80% dei casi. Il raggiungimento della remissione clinica non appare più una chimera, ma un traguardo adesso raggiungibile con le terapie innovative”.

Dopo l’approvazione dell'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), è ora disponibile in Puglia una terapia innovativa per l’artrite reumatoide che si somministra una volta al giorno per via orale. “Oggi all’Aou di Foggia – Ospedali Riuniti abbiamo una nuova opzione terapeutica che ha dimostrato di migliorare in modo significativo i segni e i sintomi della malattia”, commenta il prof. Francesco Paolo Cantatore, Professore ordinario di reumatologia dell'Università di Foggia e Direttore della Uoc di reumatologia del Policlinico di Foggia.

“Si tratta di un nuovo farmaco, upadacitinib, che si assume una volta al giorno per via orale con grandi risultati in termini di efficacia e sicurezza. L’elevata capacità di raggiungere la remissione clinica è uno degli elementi differenzianti di questa terapia, uno stato in cui i sintomi sono più gestibili e potrebbero non esercitare alcun impatto sulle attività quotidiane. Si tratta di un importante passo in avanti sia per i medici reumatologi che per i pazienti. La formulazione in compresse, peraltro, è ampiamente gradita dai pazienti”. I centri di eccellenza della Puglia assicurano visite in totale sicurezza e trattamenti efficaci. “In questo periodo, complice il Covid, l’accesso alle strutture sanitarie è stato purtroppo limitato. Ricordiamo però che la diagnosi e il trattamento precoci sono fondamentali per intervenire tempestivamente sull’artrite reumatoide e che presso i nostri Centri è possibile eseguire tutti gli accertamenti in totale sicurezza". 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento