Verifica politica, SEL: “Uscire dall’angolo delle tattiche di bottega”

Il segretario cittadino Pierluigi del Carmine, e il consigliere comunale Leonardo De Santis chiedono un rilancio dell’azione amministrativa attraverso giovani professionalità, esperti del settore e rappresentanti della società civile

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Nota congiunta di Pierluigi Del Carmine e Leonardo De Santis, segretario cittadino e consigliere comunale di Sel

LA PREMESSA - “A distanza di due anni dall’elezione del sindaco Mongelli e dalla vittoria della coalizione di centrosinistra, crediamo sia giunto il momento di una seria e attenta riflessione sul futuro della città. La serie di consultazioni che ha visto il primo cittadino sondare i partiti della maggioranza in cerca di spunti per attivare la “fase 2” dell’amministrazione non ha prodotto, al momento, risultati degni di nota. I partiti e le loro segreterie continuano a trincerarsi dietro la difesa delle posizioni acquisite, vanificando di fatto ogni tentativo di rinnovamento dell’esecutivo.  Nella piena consapevolezza di una situazione emergenziale tutt’altro che passata e dei notevoli sforzi messi in atto dal sindaco Mongelli per salvare l’ente comunale da un tracollo che si credeva certo solo pochi mesi fa, Sinistra Ecologia e Libertà è ferma nel chiedere un contestuale rilancio dell’azione programmatica che permetta alla città di riappropriarsi di quella legittima speranza di rinascita che animò la campagna elettorale del 2009. Senza voler invadere il campo delle legittime autonomie decisionali, crediamo che l’attuale assetto di Giunta non risponda più alle legittime aspettative dei cittadini: da una parte è venuta meno la necessità di un esecutivo di emergenza, dall’altro è necessario dare un segnale forte di rinnovamento al fine di conseguire nuovi e migliori risultati. domenico rizzi incontro sel-2

LA RICETTA - In questo contesto, siamo convinti che sia arrivato il momento di “ribaltare il tavolo” e dare atto a una nuova giunta che sappia raccogliere le nuove sfide che il prossimo futuro ci metterà d’avanti attraverso il coinvolgimento di giovani professionalità, esperti di settore, elementi rappresentativi di quella società civile che fu alla base della vittoria di Mongelli e che ora si rischia di perdere per far fronte alla inspiegabile volontà dei partiti di continuare a mantenere lo stato attuale.

L'ACCUSA AI PARTITI - Partiti, e segreterie, imbrigliati da conflittualità interne, da assurde strategie di conservazione degli incarichi, da quella stessa visione miope che ha determinato lo sfascio prodotto dell’amministrazione Ciliberti; quegli stessi partiti che senza il valore aggiunto del sindaco Mongelli ora sarebbero stati cancellati dalla vita politica locale e che invece ora si arrogano il diritto di dettare i tempi di un’amministrazione ancora vincolata dai disastri del passato.

IL RILANCIO DI AMICA - Siamo convinti che sia arrivato il momento di uscire dall’angolo delle tattiche di bottega e ridare dignità alla politica al servizio della città e dei cittadini. SEL è pronta a supportare il sindaco nella realizzazione di una nuova stagione, che abbia come priorità il rilancio dell’azione amministrativa, a iniziare dalle ex municipalizzate, sulle quali ribadiamo la nostra posizione che prevede la riconferma degli attuali amministratori in chiave di amministratori delegati a supporto di un CdA politico. Discorso a parte per Amica, per la quale chiediamo senza mezzi termini l’azzeramento dell’attuale management e la definizione di una nuova struttura societaria capace di far fronte a un’emergenza che in due anni non ha conosciuto tregua, nonostante il coinvolgimento, nullo a conti fatti, della stessa Prefettura.

L'ULTIMATUM - Al sindaco rinnoviamo l’invito a recuperare quel coraggio che lo portò nel 2009 a sfidare tutto e tutti imponendosi alla guida della città con un programma innovativo. SEL saprà supportarlo in ogni ambito. In caso contrario, non potremo che defilarci da un’amministrazione nella quale abbiamo difficoltà a riconoscerci giorno dopo giorno”.

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento