Sit-in di protesta a Borgo Mezzanone: "Gli ospiti del Cara devono attenersi alle regole"

L'annuncio di Gianluca Storelli, coordinatore provinciale del movimento 'Destre Unite'

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il 26 Marzo il Movimento per le Destre Unite sarà presente a Borgo Mezzanone con un presidio in solidarietà dei cittadini italiani i quali, a causa dell'arroganza e della prepotenza degli ospiti del CARA, il giorno 22 Marzo hanno dovuto subire l'umiliazione imposta da questi ultimi. A nulla è servita la presenza delle Forze dell'Ordine che, evidentemente, avevano avuto solo l'ordine di monitorare la situazione senza intervenire.

L'indecente comportamento di chi, da ospite, pensa da tempo di essere diventato padrone in casa altrui sarebbe dovuta essere contestata prima di tutto dagli organi pubblici competenti, in primis dal Comune, che invece è rimasto silente e inerme di fronte agli atti selvaggi ed incivili dei cosidetti "profughi".

Il Movimento per le Destre Unite, a fronte dell'ennesimo atto di inciviltà compiuto da parte della multietnia straniera, chiama tutti coloro che sentono forte il dovere di far presente agli ospiti stranieri che esistono determinate regole di corretta educazione e civiltà che vanno rispettate, a dare forza alla dimostrazione di solidarietà organizzata per il 26 marzo.

La presenza di tutti i partecipanti potrà dare il giusto tono alla manifestazione e la corretta idea di rispetto che va dato tanto alle persone quanto alle regole che vigono in una società civile e a cui anche gli ospiti del Cara devono obbligatoriamente attenersi.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento