Eventi

Biccari su Rai 3: Emilio Casalini e la sua 'Generazione bellezza' stregati dalle meraviglie dei Monti Dauni

13 puntate su Rai Tre, a partire dal prossimo dicembre, faranno conoscere le bellezze di un’Italia sorprendente, nascosta fra boschi secolari e un entroterra straripante di fascino dei suoi borghi più autentici e antichi. Una puntata intera verrà dedicata a Biccari

13 puntate su Rai Tre, a partire dal prossimo dicembre, faranno conoscere le bellezze di un’Italia sorprendente, nascosta fra boschi secolari e un entroterra straripante di fascino dei suoi borghi più autentici e antichi. Una puntata intera verrà dedicata a Biccari. “Il piacere e il privilegio di raccontare uno dei modi migliori di valorizzare quello che abbiamo in Italia, questo mi ha portato in questo posto meraviglioso che si chiama Biccari”. Così Emilio Casalini autore e conduttore di “Generazione Bellezza”, il programma cult di RaiTre che si occupa di scoprire e riscoprire le meraviglie della nostra penisola, nascoste fra gli appennini e le isole. “In questo caso - prosegue Casalini - c’è la valorizzazione del patrimonio naturale, che non dev’essere protetto come un santuario intoccabile, ma utilizzato nel modo giusto, con l’equilibrio e buon senso. E diventare un luogo protetto – conclude il giornalista – che permette anche di creare un benessere per noi e per i nostri figli: questo è Biccari e il suo fantastico Bosco”.

Gancio per questa nuova esperienza mediatica, come spesso accade, Gianfilippo Mignogna, sindaco di Biccari, giunto al suo terzo mandato, e che nell’arco di una decina d’anni, ha rivoluzionato un centro che attraverso i propri luoghi, il suo sontuoso bosco e il lago Pescara, ha visto accrescere in maniera esponenziale l’attenzione da parte del cosiddetto Turismo Esperienziale, che coniuga la conoscenza, al benessere mentale e fisico. “Ho soltanto fatto quello che andava fatto da tempo – sottolinea il sindaco Mignogna- Certo con impegno e superando, all’inizio, l’inerzia contraria di luoghi abbandonati. Ma in effetti c’erano tutti gli elementi principali per rendere Biccari e il suo territorio uno dei posti più interessanti dell’Appennino italiano. Con i miei collaboratori ho valorizzato tutto ciò che di naturale ci offriva il nostro centro: fra luoghi caratteristici e tradizione del paese e l’area boschiva naturale che lo circonda. Oggi se Biccari è al centro dell’attenzione nazionale ed anche europea (visto l’arrivo di turisti da un po’ tutta la comunità), e perché abbiamo recuperato, ristrutturato e valorizzato spazi che avevano bisogno di essere promossi”.

troupe di Rai tre al P.A.-2

“Emilio Casalini è un “vecchio” amico con cui condividiamo anche la passione per il “Bello Nascosto” e l’esperienza organizzativa delle cooperative di Comunità, che sono l’ossatura per sostenere l’economia e l’occupazione di centri delle aree, che altrimenti andrebbero incontro allo spopolamento”. A rafforzare l’idea di un Turismo alternativo, l’intesa con un suo compagno di viaggio, complice della costruzione e promozione dell’area naturalistica di Biccari, Mario De Angelis imprenditore del settore forestale. “La prima volta che vidi entrare Mario in comune – ci dice il sindaco- con quella sua lunga barba bianca, mi pareva un “lupo di mare”, e invece mi trovai di fronte ad un “lupo dell’appennino dauno”, che come me, aveva l’idea “folle”, di trasformare quest’area in qualcosa di unico da far conoscere al mondo”. “Proposi al sindaco Mignogna- ricorda Mario De Angelis- di puntare tutto sul magnifico bosco di Biccari. Ci saremmo occupati noi di risistemarlo, e soprattutto valorizzarlo attraverso la realizzazione di un Parco Avventura, proteggerlo e rispettarlo come un figlio. Partimmo così per questa avventura che dal 2016 ci vede affiancati in una sfida impegnativa ma emozionante che, come pensavamo, ha portato i frutti sperati. Oggi- prosegue De Angelis- il Parco Daunia Avventura, al di là dei percorsi acrobatici nel verde, è un luogo di aggregazione e di condivisione, dove l’elemento convivialità fa rivivere al turista l’esatta combinazione fra le tradizioni, le bellezze del borgo e la fantastica vita nel bosco fatta di esperienze mozzafiato”. “Quello fra me e Mario – ci dice Mignogna- è il classico esempio di buona prassi fra Pubblico e Privato che, a braccetto, riescono a sviluppare idee importanti e danno al proprio territorio occasioni di crescita e stabilizzazione di risorse umane ed economia. Tutto questo in un Area in cui si lavora ad Impatto zero per l’Ambiente. Oggi con Mario- insiste il sindaco- abbiamo messo a disposizione anche un anfiteatro naturale e ospiteremo in questa stagione compagnie teatrali locali, che purtroppo il Covid ha fermato.  Non è la prima volta che le TV Nazionali si occupano di noi – conclude il sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna- ma Casalini ci ha portato un valore aggiunto, perché ci ha voluto dedicare un’intera puntata mettendo perfettamente a fuoco il racconto di una stagione importante che parla di riscatto e della vittoria di un’Italia troppo spesso marginalizzata”.

Emilio Casalini (Giornalista e Scrittore) è stato per tre anni inviato della trasmissione “Report” , vincendo fra l’altro, il premio Ilaria Alpi con un’inchiesta sul traffico internazionale di rifiuti e il premio Enzo Badaloni per un documentario sulle condizioni dei giovani in Iran.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biccari su Rai 3: Emilio Casalini e la sua 'Generazione bellezza' stregati dalle meraviglie dei Monti Dauni

FoggiaToday è in caricamento