Lunedì, 15 Luglio 2024
Economia Vieste

Vieste modello di destagionalizzazione al G20 Spiagge, più vicino lo status di città balneare

Al summit annuale apprezzati gli eventi che anticipano e chiudono la stagione delle vacanze

Vieste torna dal G20 Spiagge motivata dagli apprezzamenti incassati per gli eventi che destagionalizzano l’offerta turista. Continua anche la crociata per il riconoscimento dello status speciale di città balneare.

“Anche questa volta è stato importante il confronto con i colleghi sindaci e amministratori delle altre località del G20S”, hanno dichiarato il sindaco Giuseppe Nobiletti e l’assessora al Turismo Rossella Falcone, di ritorno dalla Costa Smeralda.

Al summit annuale, giunto alla sua sesta edizione, hanno partecipato le destinazioni con almeno un milione di presenze turistiche annue, e le delegazioni dei comuni costieri con almeno 500mila presenze. 

“Insieme abbiamo confermato di adottare strategie che vanno oltre il turismo balneare e che implementano l’offerta turistica anche in altri periodi dell’anno, come stiamo facendo da alcuni anni a Vieste con gli eventi Vieste en Rose, la Settimana dell’Olio e Vieste in Love che anticipano e chiudono la stagione delle vacanze nel segno della destagionalizzazione. Eventi molto apprezzati da tutti i presenti”, fanno sapere Nobiletti e Falcone. È stato affrontato anche il tema relativo alla disciplina delle vacanze brevi. Ma il vero obiettivo resta quello dello status di città balneare “che, ribadiamo ancora una volta, è nato come soluzione ai problemi delle comunità residenti”.

Nel convegno di chiusura del summit che si è tenuto dal 2 al 5 maggio ad Arzachena, in Sardegna, insieme ai protagonisti delle amministrazioni costiere si è discusso dei temi emersi dai tavoli di lavoro, di peculiarità e criticità dei ‘comuni-fisarmonica’, tutte quelle destinazioni a forte trazione estiva che vedono transitare sul territorio numerosi flussi turistici ogni anno.

Impossibilitata a partecipare per impegni istituzionali, il ministro del Turismo Daniela Santanchè è comunque intervenuta al Summit con un video messaggio: “Sapete quanto è importante per noi il settore del turismo balneare – ha esordito il ministro – Senza dubbio, le destinazioni balneari si trovano ad affrontare diverse sfide difficili, riconducibili all’obiettivo comune dello sviluppo sostenibile: la fragilità delle preziose coste italiane, l’annosa problematica della stagionalità. So benissimo voi del G20s quanto vi state battendo per risolvere questa questione nella maniera migliore possibile. È evidente che se un comune vive un incremento del 123% di presenze in alta stagione, l’amministrazione deve aver modo di avere un sistema di servizi adeguato all’incredibile divario rispetto alla popolazione stabilmente residente. Proprio per questo, dobbiamo lavorare insieme alla regolamentazione dello status di città balneare, per apportare significativi benefici ai territori interessati. Dobbiamo arrivare a un insieme organico di regole con le quali gestire una delle leve economiche più importanti del Paese”.

Il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti al G20s

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vieste modello di destagionalizzazione al G20 Spiagge, più vicino lo status di città balneare
FoggiaToday è in caricamento