Economia

Buche e marciapiedi pericolosi: un successo la raccolta firme, ora parola al Prefetto

Grande successo ha inoltre riscosso la contestuale distribuzione dei moduli per presentare ricorso in caso di multa elevata per il grattino o il ticket del parcheggio scaduto

"Nonostante il fine settimana sia stato caratterizzato da temperature climatiche piuttosto rigide, i cittadini foggiani hanno risposto con significativa partecipazione, al di là di ogni più rosea previsione da parte dei promotori, alla petizione popolare organizzata contro i fatiscenti e rovinosi marciapiedi e le pericolose buche presenti sulle strade della nostra città.

Le associazioni 'FoggiaCittà', 'Modernizzare l'Italia', 'La Foresta che Avanza' e 'A.S.I.', riunite in rete attorno al progetto 'Riaccendiamo la Speranza', hanno invitato a firmare chiunque volesse denunciare il perdurante stato di degrado e di abbandono in cui versano le strade ed i marciapiedi di Foggia, causa di continui pericoli ed ostacoli a pedoni ed automobilisti.

Dopo aver constatato "il totale disinteresse che l'amministrazione comunale ha palesato per cercare di risolvere l'annoso problema", è nata l'idea di rivolgersi direttamente al prefetto Latella, verso il quale sono riposte le speranze affinchè i cittadini non si vedano ancora costretti ad evitare le "voragini" di cui la città è oramai piena. Alla massima autorità di governo verranno consegnate le circa cinquecento firme raccolte.

Grande successo ha inoltre riscosso la contestuale distribuzione dei moduli per presentare ricorso in caso di multa elevata per il grattino o il ticket del parcheggio scaduto. I cittadini si sono riversati in massa a ritirare il modello predisposto dalla rete di associazioni con il quale è possibile chiedere al Prefetto, tramite raccomandata a/r o posta certificata, e senza ulteriori costi aggiuntivi, l'annullamento della sanzione per la sosta regolamentata a pagamento effettuata oltre la scadenza segnata.

E' stato infatti sancito, con parere del Ministero dei Trasporti prot. n. 25783 del 22/03/2010, che se "se la sosta si prolunga oltre l'orario di competenza, non si applicano sanzioni, ma si da corso al recupero della sola somma dovuta per differenza". Le associazioni continueranno a riunirsi, aperte anche ad ulteriori e nuovi contributi di partecipazione di altre associazioni e di semplici cittadini desiderosi di partecipare al progetto 'Riaccendiamo la Speranza', per dar vita a nuove iniziative fra cui quelle riferite all'aeroporto Gino Lisa, ai treni veloci sulla dorsale adriatica, alla riapertura delle strutture pubbliche comunali, come il teatro 'Mediterraneo', alla manutenzione delle aree verdi cittadine, al miglioramento dei servizi pubblici di trasporto ed igiene, alla valorizzazione degli impianti sportivi, alla promozione di politiche culturali, di sviluppo ed occupazionali della nostra città."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buche e marciapiedi pericolosi: un successo la raccolta firme, ora parola al Prefetto

FoggiaToday è in caricamento