Conca visita il centro 'Gli Angeli di Padre Pio': “Struttura all'avanguardia, un esempio per la sanità pubblica"

Il consigliere regionale M5S ha visitato il presidio di riabilitazione di San Giovanni Rotondo: "Unica struttura pugliese dotata di attrezzature superiori alle tanto ambite cliniche svizzere"

Nella giornata di sabato il consigliere regionale M5S Mario Conca ha visitato, accompagnato dalla dott.ssa Filoni e dal dott. Forte, il presidio di riabilitazione Gli Angeli di Padre Pio di San Giovanni Rotondo.

“E’ un peccato - dichiara il consigliere cinquestelle - che a molti cittadini pugliesi medullolesi vengano consigliati costosi trasferimenti nei centri di riabilitazione situati nel nord Italia o addirittura all’estero, come ad esempio nelle ambite cliniche svizzere, mentre proprio qui in Puglia possiamo vantare centri di eccellenza di tale livello dai quali la sanità pubblica dovrebbe certamente prendere esempio, anziché cassare il dipartimento della riabilitazione com'è successo nella Asl Bari.”

Conca evidenzia come si tratti dell'unica struttura pugliese, una delle poche in Italia, dotata di attrezzature all'avanguardia, addirittura superiori alle tanto ambite cliniche svizzere che ci costano 24 mila euro al mese, quattro volte di più, ma con una lista d'attesa di oltre 500 persone. Presenti in loco sale dedicate alla neuropsicomotricità, alla logopedia, alla riabilitazione neurovisiva, alla terapia occupazionale, palestra della salute, esoscheletri, lokomat, idrochinesiterapia, musicoterapia, tavolo multisensoriale, gait analysis, ecc.

“Ho potuto confrontarmi - prosegue Conca - con i dirigenti della Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus sulla qualità dei servizi riabilitativi in Puglia, dell'annoso problema della mobilità passiva che costringe molti ai viaggi della speranza, delle criticità relative agli accreditamenti, delle contrattualizzazioni e dei setting riabilitativi con le Asl, dei diritti contrattuali del personale, dei difficoltosi accessi giornalieri, dell'appropriatezza e inappropriatezza, dei caregiver, del budget di salute, delle palestre della salute per l'attività fisica adattata e tanto altro.  Un confronto proficuo che mi ha dato l'ulteriore conferma che le mie mozioni sui suddetti argomenti possano costituire la soluzione a molte problematiche del nostro Sistema sanitario, consentendo ai cittadini di poter scegliere il meglio superando l'anacronistico tetto di spesa che livella la qualità dei servizi assistenziali verso il basso. Le nozioni apprese nel corso di questa visita - conclude - mi consentiranno di continuare a contribuire al miglioramento del nostro malandato sistema sanitario regionale.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento