Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia Via degli Aviatori

Lucciole in città, ma ci si indigna per una pubblicità. “Ti piace quello che vedi?”

Manuela Delli Carri, titolare di Deastore, replica a Rita Sarò, che aveva chiesto a sindaco e amministratori di esprimersi sull'argomento e alle sue care amiche di boicottare l'attività di viale degli Aviatori

In città c’è un manifesto pubblicitario 6x3, che ha sollevato un acceso dibattito sulle pagine dei social network e suscitato l’indignazione di Rita Saraò, coordinatrice della Rete delle Donne e tra i papabili alla candidatura a sindaco di Foggia per il centrosinistra.

Saraò – che ha chiesto agli amministratori e al sindaco di esprimersi sull’argomento – ha invitato le sue “amiche care” a boicottare Deastore, committente del cartellone. La reazione di Manuela Delli Carri, titolare dell’attività di viale degli Aviatori, non si è fatta attendere.

Nel rivendicare il ruolo della donna nel manifesto, che “domina la scena”, e nel sottolineare gli sforzi profusi per mandare avanti un’attività e incrementare la forza lavoro, Delli Carri - come riportato da Saraò - sostiene di accettare la libera interpretazione del manifesto, ma non crociate in nome di una città, che a suo dire andrebbe invece ripulita dall’indecenza di lucciole presenti in pieno giorno sotto gli occhi di tutti: “Guardi i reali problemi di decenza, non un manifesto simpatico su un’epilazione efficace” – aggiungendo – “La invito nel mio studio per una seduta gratuita di foto ringiovanimento. Mi creda, la stupirò con il mio lavoro e nient’altro”

Lucciole in città quindi, ma ci si indigna per una pubblicità. Caro foggiano, “ti piace quello che vedi?”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucciole in città, ma ci si indigna per una pubblicità. “Ti piace quello che vedi?”

FoggiaToday è in caricamento