Emergenza furti cavi elettrici: terminato vertice in Prefettura

L'incontro si è chiuso con l'istituzione di due tavoli tecnici operativi, uno con il Comune di Monte S. Angelo e l'altro con il Consorzio di Bonifica

Si è svolto in Prefettura alla presenza di Antonio Nunziante, l’incontro tra il direttore della Coldiretti Sergio Donnini, il Vicedirettore Marseglia ed il Presidente della sezione di Monte S. Angelo, Dr. Franco Schiavone ed una folta delegazione dell’Enel guidata dall’responsabile prov.le ing. Ferrini Al centro del dialogo la questione relativa ai furti dei cavi elettrici che continuano a verificarsi soprattutto tra Manfredonia e Monte Sant’Angelo.

"E’ stato - commentano il direttore Donnini ed il presidente Schiavone - un incontro molto costruttivo durante il quale, pur tra momenti di comprensibile tensione tra la parte agricola e dirigenti dell’Enel, sono state approfonditamente analizzate tutte le difficoltà che sono costrette ad affrontare le aziende agricole interessate dai continui furti e la conseguente ricaduta negativa sulla economia dell’intero territorio provinciale, con particolare riferimento al Gargano, per la limitazione delle attività zootecniche, turistiche, agrituristiche".

"Da non sottovalutare - come evidenziato dal direttore del Consorzio di Bonifica Marchesino anch’egli presente all’incontro – che il perdurare della mancata alimentazione di energia elettrica agli impianti pubblici di sollevamento per furti subiti negli agri di Torremaggiore, Apricena, S. Severo, Casalnuovo, Castelnuovo ed altri Comuni, comporterà l’impossibilità di garantire una regolare distribuzione di acqua ad uso irriguo su un area di oltre 7000 Ha con danni incalcolabili per le aziende agricole che si accingono ad iniziare la campagna di produzioni ortofrutticole".

Dopo il lungo confronto con i responsabili dell’Enel, l’incontro si è chiuso con l’istituzione di due tavoli tecnici operativi, uno con il Comune di Monte S. Angelo e l’altro con il Consorzio di Bonifica, finalizzati sia a monitorare il territorio e a determinare le priorità con le quali ripristinare, in tempi brevi, le linee interrotte e sia con lo scopo di programmare una serie di interventi utili a garantire la distribuzione di acqua nelle aree interessate dai furti. Coldiretti si è dichiarata disponibile a fornire la massima collaborazione per riportare nelle campagne un clima di maggiore serenità.

Dal canto suo il Parco del Gargano, attraverso il costante impegno del Commissario Pecorella, conferma di approntare con praticità decisioni con le Forze dell’Ordine per incidere positivamente sulla repressione dei reati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento