rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Economia

Nuovi alloggi in due ex scuole e lavori a Parco San Felice finanziati dalla Regione Puglia: diventerà uno spazio sociale presidio di legalità

Lo prevede un Accordo di programma per la gestione dell'emergenza abitativa e la promozione di azioni di antimafia sociale nella città di Foggia. Gli impegni dovranno essere realizzati entro un anno

Saranno trasferite nelle ex scuole 'Lepore' di via Ordona-Lavello e 'Moscati' in via Ugo La Malfa le 24 famiglie dell'ex distretto militare e della palazzina pericolante della terza traversa di via San Severo. I locali saranno trasformati in alloggi temporanei per l'emergenza abitativa.

La soluzione individuata a novembre nel tavolo tecnico tra la Regione Puglia, il Comune di Foggia e l’Arca Capitanata è ratificata in un 'Accordo di programma per la gestione dell'emergenza abitativa e la promozione di azioni di antimafia sociale nella città di Foggia'. Lo schema è stato approvato lo scorso 23 dicembre dalla commissione straordinaria con i poteri del Consiglio comunale. Si compone di 7 articoli e prevede anche la riqualificazione di Parco San Felice che diventerà uno spazio sociale a presidio della legalità.

La Regione Puglia finanzierà i lavori di riqualificazione di Parco San Felice e le azioni di antimafia sociale, fornendo, laddove necessario, il supporto nelle attività di programmazione. Arca Capitanata sarà autorizzata ad utilizzare le risorse residue del fondo straordinario emergenza Covid19 in favore degli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata di proprietà delle Arca per eseguire i lavori di riqualificazione, ristrutturazione e adeguamento dell'ex scuola Lepore che il Comune riconsegnerà all'Agenzia regionale per la Casa e l'Abitare risolvendo il contratto di locazione.

Il Comune, dal canto suo, si impegna a ristrutturare l'ex scuola Moscati di sua proprietà. Le unità immobiliari ricavate saranno destinate alla locazione con canoni previsti per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica in favore dei 78 abitanti dei due immobili da sgomberare. Sarà sempre il Comune di Foggia a progettare e realizzare le azioni di antimafia sociale e a predisporre una proposta progettuale di riqualificazione di Parco San Felice. Gli impegni sanciti nell'Accordo di Programma - che sarà approvato con decreto del Presidente della Regione Puglia - dovranno essere realizzati entro 12 mesi dalla data della sottoscrizione.

Il tavolo permanente è stato aperto quando la commissione straordinaria ha attivato il Centro Operativo Comunale con un'ordinanza del 16 novembre e, contestualmente, ha avanzato alla Regione Puglia un'istanza per valutare la possibilità di dichiarare lo stato di emergenza per i due immobili a rischio crollo, sulla scorta di quanto sperimentato già per il campo container di via San Severo. Gli esiti di un recente sopralluogo effettuato il 9 novembre dai tecnici comunali nella palazzina della terza traversa di via San Severo e nell'ex caserma Oddone di via Fuiani, dichiarati inagibili e oggetto di un'ordinanza di sgombero a marzo, avevano evidenziato, infatti, un peggioramento delle strutture.

I commissari avevano pensato anche all'opzione container, soluzione rigettata da Regione Puglia e Arca che hanno preso in mano la situazione. Il 29 novembre scorso, nella riunione del Tavolo permanente, il dirigente dell'area tecnica del Comune di Foggia ha depositato uno studio di progettazione dei lavori di riqualificazione delle ex scuole Lepore (su cui poi Arca ha elaborato un proprio studio) e Moscati. Proprio a margine di quella riunione, Regione, Comune e Arca hanno convenuto di stipulare un accordo di programma per "programmare e realizzare una serie di interventi ad immediato impatto sulle politiche abitative e sulla promozione di azioni di antimafia sociale nella città di Foggia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi alloggi in due ex scuole e lavori a Parco San Felice finanziati dalla Regione Puglia: diventerà uno spazio sociale presidio di legalità

FoggiaToday è in caricamento