menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mezzo milione per i lavoratori Sia: il comune di Cerignola paga le ultime due mensilità del 2017

La somma fa riferimento ai mesi di novembre e dicembre 2017. Metta: "Come sempre il comune di Cerignola è stato il più reattivo e ha provveduto al pagamento"

Oltre mezzo milione di euro, (541.037,44, per la precisione), la somma dei tre mandati di pagamento che il Comune di Cerignola ha versato nelle casse di Sia nella giornata di venerdì. “Molto più di quello che credevo riuscissimo a fare. E’ la nostra risposta ai dipendenti Sia”, il commento del sindaco di Cerignola Franco Metta.

I tre mandati (il primo di 437mila euro, il secondo di 46mila e il terzo di 57mila) fanno riferimento ai mesi di novembre e dicembre 2017. Per l’erogazione della somma Metta precisa che è stato necessario estinguere i pignoramenti che l’Agenzia delle Entrate avevano eseguito a danno di Sia: “Abbiamo preso oltre 800mila euro, destinati per una parte a cancellare i pignoramenti e per l’altra al pagamento dei dipendenti”.

Il primo cittadino fa poi delle precisazioni sull’istanza di concordato di continuità, depositata lo scorso 3 luglio: “Non è equivalente a un fallimento, ma è l’esatto contrario. E’ il mezzo attraverso il quale un’azienda evita il fallimento garantendosi la continuità dell’attività”. Una sorta di zona franca che garantisce all’azienda di liberarsi dalla morsa dei creditori, e nel contempo di seguire delle procedure precise anche per incassare dai propri debitori (ovvero i comuni). “Abbiamo chiesto allo studio Porcaro di Benevento un parere sulla possibilità di pagare. Lo studio ha fatto pervenire un parre corredato dalla giurisprudenza più aggiornata da parte del tribunale fallimentare, il quale in maniera univoca sostiene che i comuni debitori di un’azienda in concordato preventivo non solo possono, ma devono richiedere il pagamento. Perché il ritardo dei pagamenti può compromettere l’esecuzione del piano concordatario con grave pregiudizio per i creditori sociali (e i lavoratori di Sia)”.

Parere ricevuto da tutti e nove i comuni appartenenti al consorzio: “Come sempre il comune di Cerignola è stato il più reattivo e ha provveduto al pagamento”, precisa Metta, che poi dice di attendere i versamenti degli altri comuni. Non ci sono pause né proroghe per nessuno. tutti devono far fronte ai propri obblighi nei confronti di Sia. Chi non lo fa va incontro a serie conseguenze di carattere giudiziario. Perché il commissario straordinario chiederà agli organi di Sia di procedere contro chiunque abbia omesso di soddisfare e onorare il proprio debito nei confronti di Sia. Attendevo da giorni di poter dare questa notizia, importantissima per i dipendenti di Sia. A fatica, il servizio continua”, conclude il primo cittadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento