Il Comune sui canoni di locazione: "Per erogarli attendiamo la quota di premialità dalla Regione"

Il Comune di Foggia "si è limitato a rispettare fedelmente e con senso di responsabilità l’iter amministrativo deciso dalla Regione Puglia"

In relazione all’erogazione del sostegno al canone di locazione per l’anno 2015, l’Amministrazione comunale precisa che il ritardo nell’assegnazione del contributo alle famiglie foggiane non dipende in alcun modo da responsabilità che riguardano il Comune di Foggia.

La Regione Puglia, infatti, ha provveduto a trasferire al Comune – sulla base della Legge n. 431 del 9/12/1998 - art. 11: Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione – la somma di 455.681,16 euro, cui si aggiunge una quota di cofinanziamento di 91.150,00 euro a carico del bilancio comunale, pari al 20% in cifra arrotondata dell'importo attribuito dalla Regione Puglia per accedere alla premialità prevista. Tale importo viene stanziato dal Comune per consentire un incremento delle risorse complessivamente destinate al sostegno al canone di locazione.

Affinché sia possibile liquidare i contributi, però, è necessario che la Regione Puglia trasferisca all’Ente di Palazzo di Città la quota di premialità riconosciuta al Comune di Foggia, pari a 282.929,82 euro. È infatti la stessa Regione Puglia, con la deliberazione numero 2121 approvata dalla Giunta regionale numero il 5 dicembre 2017, a chiarire che i comuni potranno effettuare la liquidazione del contributo “immediatamente dopo la disponibilità di tutte le risorse e trasmettere rendicontazione alla Sezione Politiche Abitative nei 60 giorni successivi”.

Nonostante il Comune di Foggia abbia inviato formalmente alla Regione Puglia la rimodulazione della graduatoria dei soggetti beneficiari del contributo (comprensiva della quota di premialità stabilita dalla Regione Puglia) il 19 gennaio 2018, ad oggi la Regione Puglia non ha ancora provveduto al trasferimento della quota di premialità assegnata alla città di Foggia. Solo quando la Regione Puglia trasferirà concretamente al Comune di Foggia i 282.929,82 euro relativi alla quota di premialità l’amministrazione comunale sarà nella condizione di liquidare materialmente il contributo.

Non c’è dunque alcuna “sciatteria amministrativa” né vi sono responsabilità da parte del Comune di Foggia, che in una materia delicata ed importante – anche per le sue implicazioni sociali – si è limitato a rispettare fedelmente e con senso di responsabilità l’iter amministrativo deciso dalla Regione Puglia.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento