Foggia senza musei, 29 dipendenti messi alla porta: “Ora chi accoglierà studenti e visitatori?”

I 29 impiegati si rivolgono alla cittadinanza evidenziandola “lunga e lenta agonia” e chiedendo ai foggiani di unirsi a loro il 21 novembre prossimo, quando il prefetto incontrerà le parti coinvolte “in questo maremoto della cultura che ha investito la nostra città (e non solo)"

I lavoratori e le lavoratrici part-time Promodaunia, che da 21 anni sono impiegati presso i musei provinciali e regionali, dal 9 novembre sono nuovamente fuori dalle strutture senza garanzie e tutele della salvaguardia del proprio lavoro.

I 29 impiegati si rivolgono alla cittadinanza evidenziandola “lunga e lenta agonia” e chiedendo ai foggiani di unirsi a loro il 21 novembre prossimo, quando il prefetto incontrerà le parti coinvolte “in questo maremoto della cultura che ha investito la nostra città (e non solo)".

Scrivono i lavoratori: “Ci risiamo, tutti in questo caos della legge Madia, studiano passaggi di competenze, delle  strutture; tutti impegnati e attenzionati e noi seriamente preoccupati di non vivere nuovamente come è stato per oltre un anno intero senza lavoro, senza stipendi e senza musei. Impegni, promesse e poi di nuovo all'improvviso nel buio. Non siamo numeri! Non siamo fantocci! Siamo persone con la dignità di lavoratori che hanno dal 1996 accolto centinaia di migliaia di studenti e visitatori: ora chi li accoglierà? Chi si occuperà del nostro futuro?

L’appello finale dei dipendenti: “A voi tutti che ci avete conosciuto e avete visto crescere i vostri figli e nipoti tra le sale dei musei, chiedo personalmente di unirvi a noi il 21 novembre. A voi che non avete mai goduto dello spettacolo dei musei della nostra città, speriamo di potervi presto incontrare in questi luoghi della Cultura. Grazie a chi vorrà esserci vicino in questo momento difficile, a chi vorrà solo donarci un pensiero, a chi continuerà a vivere la sua vita senza guardare cosa gli succede intorno, a chi non leggerà neppure queste parole”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento