2 milioni di euro per la ‘Fiera di Foggia’, è il fondo per l’anticipazione dell’Iva

Al fine di concorrere agli oneri per le anticipazioni IVA da corrispondere per la realizzazione delle infrastrutture previste dall’accordo di programma unificato relativo alla Fiera di Foggia

Immagine di repertorio

Proseguono i lavori del Consiglio regionale con l’esame del disegno di legge recante le Disposizioni per la formazione del Bilancio di previsione 2016 e bilancio pluriennale 2016-2018. Sono stati istituiti due nuovi articoli aggiuntivi al testo originario.


Tra questi, al fine di concorrere agli oneri per le anticipazioni IVA da corrispondere per la realizzazione delle infrastrutture previste dall’accordo di programma unificato relativo alla Fiera di Foggia, tramite emendamento passato con 39 voti favorevoli (5 contrari), è stato istituito il fondo per l’anticipazione dell’Iva con uno stanziamento di due milioni di euro per l’anno 2016. Sarà la Giunta regionale a disporre le modalità e i criteri per la rotazione delle risorse del fondo. La notizia era stata comunicata su Twitter da Raffaele Piemontese: “Appena approvati 2 mln per #FieradiFoggia, così sblocchiamo 28 mln di investimenti pronti per essere messi a gara”

Questi gli articoli approvati nella seduta del 2 febbraio e sino alla sospensione dei lavori alle 6.15 del giorno successivo. Dopo le indicazioni relative alla spesa di carattere pluriennale e al cofinanziamento regionale dei programmi comunitari, è stato approvato l’articolo 3 riguardante il finanziamento di 15 milioni di euro per far fronte ai maggiori oneri derivati per l’anno 2015 al Servizio sanitario regionale per l’acquisto di farmaci innovativi, per garantire i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) e per i minori trasferimenti dal Fondo sanitario nazionale nell’ambito del Bilancio autonomo per il 2016. Un articolo aggiuntivo prevede inoltre che la Giunta regionale adotti entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge, ogni provvedimento di competenza atto ad assicurare nell’ambito del Fondo sanitario regionale assegnato alle Asl, la copertura finanziaria necessaria per l’applicazione del parametro di fabbisogno pari a 8,5 posti letto in RSSA ogni 10mila abitanti.

L’articolo 4 assegna una dotazione finanziaria di 150mila euro al fine di consentire l’avvio degli esami di abilitazioni relativi alle professioni turistiche. L'articolo 5 prevede uno stanziamento di 445mila euro finalizzato alla gestione e manutenzione del sistema informativo regionale turistico. Con l’articolo 6 si stanziano 1,5milioni di euro per la gestione di infrastrutture e servizi digitali regionali e per la copertura dei costi di gestione d’esercizio non certificabili sui fondi strutturali comunitari. L’articolo 7 destina 500mila euro alla promozione e lo sviluppo del sistema fieristico regionale. L’articolo 8 modifica la legge regionale 27 del 2012 riguardante la prosecuzione della ricostruzione post sisma 2002 nell’area della Provincia di Foggia, prorogando i termini di applicazione al 31 dicembre 2016. L’articolo 9 prevede la contrazione di mutui con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) per complessivi 155milioni di euro per il cofinanziamento regionale del POR Puglia 2014-2020.


L’articolo 10 apporta modifiche alla legge regionale 31 del 2015 riguardante la “Riforma del sistema di governo regionale e territoriale”, per renderla conforme alla normativa di riferimento. L’ambiente scompare fra le funzioni  da assegnare, mentre l’attribuzione delle funzioni oggetto del riordino avverrà mediante una legge e non per decreto del presidente e previa approvazione della Giunta e delle intese raggiunte con l’Osservatorio regionale. Ancora: l’esercizio delle funzioni fondamentali dei Comuni con popolazione complessiva di almeno cinquemila abitanti è attuato secondo le disposizioni del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267  "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali".


L’articolo 11 prevede uno stanziamento di 5 milioni di euro per le funzioni degli enti locali oggetto di riordino. Queste ultime sono esercitate dall’ente attributario a decorrere dalla data di trasferimento del personale, dei beni e delle relative risorse, fatto salvo quanto diversamente previsto da specifiche disposizioni. Con l’articolo 12 viene istituito un capitolo di spesa denominato “contributi per le scuole dell’infanzia paritarie private senza fine di lucro e degli enti locali”. Approvato un emendamento tecnico che serve a chiarire l’attribuzione di eventuali contributi.


L’articolo 13 prevede lo stanziamento di 640 mila euro per le spese sostenute da Innovapuglia per la realizzazione di una Centrale di controllo regionale della circolazione delle merci pericolose. Con un emendamento si stabilisce che al fine dell’erogazione delle risorse e per esigenze di trasparenza e programmazione delle attività legate alla realizzazione della Centrale, Innovapuglia presenti un programma dettagliato sul progetto, sulle fasi di attuazione e sui costi da sostenere, ai competenti uffici regionali entro 90 giorni dall’approvazione della legge. Previsti anche 150 mila euro annui per il 2016, 2017 e 2018 per le spese di funzionamento, addestramento e manutenzione evolutiva della Centrale. Per il monitoraggio delle suddette spese è richiesto ad Innovapuglia un resoconto annuale da far pervenire agli uffici regionali entro il 31 dicembre 2016 e il 31 dicembre 2017.


L’articolo 14, approvato con alcuni emendamenti tecnici, prevede un contributo di 25 milioni di euro per il mantenimento e il miglioramento della qualità dei servizi di trasporto pubblico mediante autobus. Il contributo sarà erogato nella misura massima del 70% del valore dell’investimento ritenuto ammissibile. Alla Giunta spetterà la definizione dei vincoli, compresi quelli di destinazione d’uso, gravanti sui beni acquistati con i contributi regionali e la loro durata, commisurata alla vita utile dei mezzi e le modalità per determinare il valore dei beni in caso di subentro o sostituzione. I contributi saranno erogati in favore degli enti locali, proporzionalmente ai trasferimenti per l’esercizio dei servizi minimi e in favore dei gestori dei servizi di trasporto pubblico di competenza regionale, proporzionalmente ai corrispettivi per l’esercizio del 2015. Sono fatti salvi gli eventuali recuperi, conseguenti alle decurtazioni operate dallo stato, da definire secondo le previsioni di legge.


L’articolo 15 assegna 7,5 milioni di euro per il 2017 e 5,5 milioni per il 2018, per la realizzazione delle infrastrutture stradali per l’accesso al nuovo polo ospedaliero del Sud est barese – Monopoli – Fasano. L’articolo 16 intende dare continuità agli interventi in favore delle minoranza linguistiche storiche del territorio pugliese, ed assegna una dotazione finanziaria per l’esercizio 2016 di 200 mila euro e per gli anni successivi  2017 e 2018, di 100 mila per ogni anno. L’articolo 17 prevede il finanziamento di 8,5 milioni di euro destinato all’organica riforma della legge regionale 4 del 2012, relativa al riordino dei Consorzi di bonifica. È fissato anche il termine di sei mesi dall’approvazione della legge entro cui procedere alla riforma dei Consorzi. L’articolo 18 dispone una dotazione finanziaria per ciascuno degli esercizi finanziari 2016, 2017 e 2018 di 50mila euro al fine di garantire la conservazione e la salvaguardia degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna presenti nei Siti della Rete Natura 2000.
Con l’articolo 19 vengono stanziati 1,5 milioni di euro per gli interventi di bonifica e messa in sicurezza di discariche comunali in stato di emergenza. L’articolo 20 fissa a 1 milione di euro il contributo straordinario per i maggiori oneri sostenuti dai Comuni per il trasferimento e il conferimento dei rifiuti solidi urbani per la chiusura di alcuni discariche comunali.

L’articolo 21 modifica la legge 18 del 1974 relativa all’organizzazione del personale delle segreterie particolari del presidente della Giunta regionale, vice presidente ed assessori. In particolare prevede che la segreteria particolare del presiedente della Regione sia costituita da non più di cinque unità, scelte tra dipendenti della Regione con sede ordinaria di lavoro Bari, oltre al segretario particolare al quale verrà conferito un incarico di Alta Professionalità, su indicazione del presidente, appartenente alla categoria “D”. Questo incarico può essere anche conferito ad un dipendente proveniente da altre pubbliche amministrazioni in comando presso la Regione Puglia. Le segreterie particolari del vice presidente della Giunta e degli assessori regionali saranno, invece, costituite da non più di quattro unità, dipendenti regionali con sede ordinaria di lavoro Bari, oltre al segretario particolare al quale verrà conferito un incarico di Posizione Organizzativa. Anche in questo caso l’incarico potrà essere conferito ad un dipendente di categoria “D” proveniente da altre pubbliche amministrazioni in comando presso la Regione Puglia.
 

L’articolo 22, relativo al contributo straordinario per la traslazione temporanea delle spoglie di San Pio da Pietrelcina presso la Basilica di San Pietro a Roma, dove saranno ospitate sino all’11 febbraio nell’ambito delle celebrazioni per il Giubileo, è stato sostituito da un emendamento che ne fissa l’entità al 50% delle spese sostenute e formalmente rendicontate agli uffici regionali da parte della Fondazione Voce di Padre Pio, e comunque non superiore all’importo massimo di 100mila euro.

L’articolo 23 prevede un finanziamento di 300mila euro che consentirà di avviare la sperimentazione per il riuso delle acque affinate. La somma sarà destinata all’adeguamento tecnologico della attrezzature ed al funzionamento  di un comitato tecnico-scientifico che opererà gratuitamente per predisporre i protocolli di sperimentazione e controllare scientificamente le attività di sperimentazione ed infrastrutturali.

L’articolo 24 destina 1 milione di euro al sostentamento del settore della mitilicoltura dell’area jonica. Tra i titoli di preferenza per l’accesso al sostegno economico, che avverrà attraverso avvisi pubblici, l’attività di esercizio delle imprese operanti in territori colpiti da fenomeni di inquinamento e surriscaldamento delle acque.

L’articolo 25 finanzia la legge 23/2014 che disciplina le Cooperative di comunità. Lo stanziamento è di 500 mila euro, al fine di sperimentare e incentivare queste nuove forme di associazionismo la cui funzione è stata già legislativamente riconosciuta dalla Regione.

L’articolo 26 fissa a 800mila euro lo stanziamento disposto per l’esercizio finanziario 2017 (sarà di 2,5 milioni per quello successivo), ai comuni interessati e disponibili a cofinanziare pariteticamente l’investimento, per realizzare impianti sportivi in aree disagiate. Le risorse assegnate in dotazione e non impegnate a conclusione delle procedure di evidenza pubblica, potranno essere utilizzate per cofinanziare interventi di miglioramento degli impianti sportivi presenti sul territorio.

L’articolo 27 prevede una misura di efficientamento della spesa pubblica. A decorrere dal prossimo esercizio finanziario, la commissione Bilancio del Consiglio regionale svolgerà entro il 30 giugno di ogni anno una relazione sull’analisi e la valutazione della qualità della spesa pubblica regionale. Nella relazione potranno essere indicate misure idonee al conseguimento di risparmi di spesa, nonché iniziative amministrative e legislative necessarie per la loro attuazione.

L’articolo 28 prevede uno stanziamento di 250mila euro per la copertura della missione riguardante l’attuazione di iniziative dirette ad aumentare il livello di sicurezza della cittadinanza, secondo un recente decreto del presidente della Regione. Approvato anche un articolo aggiuntivo che assegna 100 mila euro per il 2016 alla legge regionale istitutiva del Fondo antiusura ed antiracket per contributi alle famiglie.

L’articolo 29 dispone un finanziamento di 300mila euro per il Progetto di Protezione Civile SMART Puglia destinato a sviluppare azioni di miglioramento delle attività di prevenzione e gestione delle emergenze ed affidato a personale impegnato nel sistema regionale e nazionale di protezione civile. Con un emendamento viene previsto che i fondi siano destinati anche alla valorizzazione delle superfici agricole non utilizzate, per arginare il dissesto idrogeologico. Per dare attuazione alla legge regionale 28/2004 finalizzata alla valorizzazione e divulgazione dei luoghi e della storia relativa alla Battaglia di Canne, l’articolo 30 assegna una dotazione finanziaria di 300mila euro.

L’articolo 31 prevede lo stanziamento di 200mila euro per l’attuazione della legge regionale 37/2007 istitutiva del parco naturale regionale “Fiume Ofanto”. L’articolo 32 contiene nuove disposizioni per il segretario particolare del presidente del Consiglio regionale. La scelta rientra nell’esclusiva responsabilità del titolare dell’organo politico interessato e può ricadere fra soggetti provenienti dal settore privato o pubblico. Il rapporto di lavoro è di natura privata e  non può essere superiore al mandato del presidente del Consiglio. La retribuzione non può superare l’importo spettante ad un dirigente di servizio.    L’articolo 33 stanzia 30 mila euro per la realizzazione di progetti per interventi di bonifica dei laghi di Lesina e Varano.

L’articolo 34 assegna 1 milione di euro per contrastare il fenomeno del caporalato. Metà del finanziamento è destinato all’erogazione di contributi per promuovere progetti per assicurare ai lavoratori stagionali mezzi di trasporto alternativi a quelli messi a disposizione dai ‘caporali’. La restante somma è destinata alle aziende agricole aderenti alla Rete del lavoro agricolo di qualità, che si dotino di proprie strutture di accoglienza e dei servizi utili per ospitare gratuitamente i lavoratori da esse impiegate.

Con l’articolo 35 vengono assegnati 25 mila euro per ciascuno dei  due esercizi 2016 e 2017 all’attuazione del Piano di Azione Nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari ed attuare interventi di controllo funzionale dei centri prova in cui saranno controllate macchine ed attrezzature agricole per la distribuzione dei prodotti fitosanitari.

L’articolo 36 iscrive a bilancio 2 milioni di euro per l’Osservatorio fitosanitario e finalizzata all’attuazione di interventi urgenti per la prevenzione, il controllo e il contenimento del CODIRO nonché del batterio Xylella fastidiosa. Con l’articolo 37 si trasferiscono al patrimonio dei rispettivi comuni un fabbricato rurale a Gravina e la masseria pilota Agropolis di San Giovanni Rotondo. L’articolo 38 prevede un finanziamento di 100 mila euro per implementare ed assicurare ulteriori risorse occorrenti ad interventi di indagine connessi al monitoraggio ambientale integrato nel territorio della città di Barletta. L’articolo 39 modifica la legge istitutiva delle ARCA (ex IACP) e limita la riconferma a soli due anni dei direttori in carica interni all’amministrazione che conseguono il raggiungimento degli obiettivi programmatici.

L’articolo 40 modifica l’art. 6 della legge regionale 33 del 2015 contenente una norma interpretativa alla legge regionale per la pianificazione paesaggistica. La modifica riguarda i procedimenti regolati dal Piano paesaggistico territoriale regionale (PTTR) e i procedimenti connessi di natura urbanistica e ambientale, in cui il parere del Soprintendente non è obbligatorio né vincolante, fatte salve le norme sovraordinate. Con l’articolo 41 si finanzia con 200mila euro la legge regionale istituita lo scorso anno e finalizzata alla valorizzazione e al recupero dei trabucchi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento