Cronaca

Vieste, 10 carabinieri per sedare rissa: uno colpito con una mazza

Sul lungomare di Vieste dieci carabinieri hanno sedato una rissa scoppiata per futili motivi sul lungo mare. Uno di loro è stato colpito con una mazza da baseball in volto. Tre le persone arrestate

Ci sono voluti più di dieci carabinieri per sedare la rissa scoppiata la scorsa notte sul lungo mare di Vieste fra tre giovani residenti in provincia di Lecco e un commerciante del centro garganico. Una rissa, nata per futili motivi, sedata non senza difficoltà tanto che uno dei carabinieri è stato colpito al volto da una mazza da baseball. Tre le persone arrestate di 32 anni, 30 e 31.

Nel corso delle indagini è stato anche denunciato un commerciante di Vieste di 41 anni: quest’ultimo è accusato di rissa aggravata, nonché di lesioni a Pubblico Ufficiale e porto ingiustificato di armi del genere vietato od oggetti atti ad offendere. Il tutto è iniziato alle due della scorsa notte dopo una telefonata anonima giunta al 112 che era in atto già da una mezzora nei pressi dell’Hotel Merinum, sul lungomare Enrico Mattei, una violenta lite tra quattro soggetti, successivamente sfociata in rissa.

Dopo il primo intervento della pattuglia è stato necessario far intervenire una decina di carabinieri che hanno bloccato e diviso i quattro. Nel corso dell’ intervento uno dei carabinieri è stato colpito al volto con una mazza da baseball; stessa mazza utilizzata per ferire altri due militari. Le accuse sono di rissa aggravata, lesioni a pubblico ufficiale e porto ingiustificato di armi vietate od oggetti di offesa, nel caso specifico la mazza da baseball.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vieste, 10 carabinieri per sedare rissa: uno colpito con una mazza

FoggiaToday è in caricamento