Cronaca

Il Policlinico di Foggia a lutto per Barbara Capovani: medici e sanitari a lavoro col nastro nero

L’iniziativa delle organizzazioni sindacali foggiane Anaao Assomed, Cimo-Fesmed e Aaroi-Emac, per la giornata di domani, 3 maggio

Un nastro nero appuntato sul camice o sulla divisa per ricordare la tragica scomparsa della psichiatra Barbara Capovani, aggredita e uccisa alla fine del suo turno di lavoro, all’ospedale Santa Chiara di Pisa. E’ l’iniziativa lanciata dalle organizzazioni sindacali della dirigenza medica e sanitaria del Policlinico di Foggia Anaao Assomed, Cimo-Fesmed e Aaroi-Emac, per la giornata di domani, 3 maggio, per partecipare al dolore che ha colpito la famiglia della psichiatra e l’intera comunità medica nazionale.

Per tutta la giornata di domani, quindi, medici e i sanitari del Policlinico di Foggia esporranno il simbolo di lutto sugli abiti di lavoro con una duplice funzione: esprimere vicinanza alla famiglia della collega scomparsa e manifestare la richiesta di una concreta attivazione delle istituzioni nei confronti di questa emergenza nazionale. “Non è accettabile questa assurda violenza a danno di professionisti che dedicano la propria attività e la propria vita alla tutela della salute altrui, non si può morire di lavoro”, spiegano i sindacalisti foggiani. “Manifesteremo la nostra partecipazione alla giornata di lutto anche commemorando la collega scomparsa nel corso di un’assemblea sindacale della dirigenza medica e sanitaria indetta per domani 3 maggio, alle 13, presso l’aula di Anatomia Patologica del Policlinico di Foggia, sul tema della violenza contro gli operatori sanitari, spesso vittime di aggressioni anche a causa di un sistema di cure inadeguato a garantire le necessarie risposte ai bisogni di salute dei cittadini, tutelati dall’art.32 della Costituzione”, aggiungono.

All’incontro, sarà presente il presidente dell’Ordine dei medici della Provincia di Foggia, Pierluigi De Paolis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Policlinico di Foggia a lutto per Barbara Capovani: medici e sanitari a lavoro col nastro nero
FoggiaToday è in caricamento