Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Tragedia sfiorata in via delle Casermette: ragazzo sul tetto di un capannone minaccia il suicidio, salvato dagli agenti della polizia penitenziaria

Ex detenuto iracheno di 25 anni minaccia il suicidio di fronte al carcere di Foggia, salvato dagli agenti della polizia penitenziaria. A dar notizia è il segretario generale aggiunto del Sindacato di Polizia Penitenziaria S.PP. Daniele Capone

Tragedia sfiorata questa mattina in via delle Casermette, di fronte al carcere di Foggia. Richiamati dalle urla di protesta provenienti dal tetto di un capannone, gli agenti della polizia penitenziari hanno notato un uomo a piedi nudi e in evidente stato confusionale urlare qualcosa che rischiava di cadere. 

Riconosciuto dai baschi azzurri, l'iracheno di 25 anni ed ex detenuto, si è consegnato nelle mani degli agenti dopo pochi minuti. E' stato solo grazie alla spiccata professionalità e ai ripetuti tentativi di mediazione messi in campo dai poliziotti penitenziari a convincere il ragazzo a non compiere il gesto inconsulto.

A dar notizia è il segretario generale aggiunto del Sindacato di Polizia Penitenziaria S.PP. Daniele Capone, il quale evidenzia il senso del dovere e la spiccata professionalità del personale di polizia penitenziaria intervenuto e coglie l’occasione per ringraziare l’intervento di supporto della polizia di stato e dei vigili del fuoco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sfiorata in via delle Casermette: ragazzo sul tetto di un capannone minaccia il suicidio, salvato dagli agenti della polizia penitenziaria

FoggiaToday è in caricamento