menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carcere

Carcere

Sventato suicidio nel carcere di Foggia, agenti salvano detenuto

Il detenuto foggiano si era appeso alle sbarre del bagno della cella con un lenzuolo ed era già in fin di vita. Mastrulli chiede l'allontanamento dal suo posto del provveditore regionale della Puglia

Il tentativo di suicidio di un detenuto nel carcere di Foggia è stato sventato "grazie alla tempestività ed alla professionalità sempre più alta della polizia Penitenziaria nonostante le gravissime carenze di personale e le forti criticità del sovraffollamento detentivo".

Lo afferma, per il sindacato di polizia penitenziaria Osapp, il vicesegretario generale, Domenico Mastrulli, il quale chiede l'allontanamento dal suo posto del provveditore regionale della Puglia "con tutto il suo staff dirigenziale mostratosi insensibile alle sollecitazioni di allarme di detenuti ed agenti".

Secondo quanto rende noto Mastrulli, l'episodio è accaduto il 5 luglio scorso sera verso la mezzanotte, quando i poliziotti penitenziari, durante i controlli di ispezione, hanno notato che un detenuto foggiano di 50 anni, in carcere per rapina aggravata si era appeso alle sbarre della finestra del bagno della propria cella con un lenzuolo ed era già in fin di vita.

Il recluso è stato soccorso e subito trasportato in ambulanza negli Ospedali Riuniti di Foggia dove è stato assistito per 24 ore.

Quello di Foggia - sottolinea Mastrulli - è al secondo posto in Puglia per sovraffollamento: ci stanno recluse 745 persone (30 donne e tre bambine) mentre era nato per ospitare 375 detenuti.

E' un Istituto - aggiunge il dirigente Osapp - che solo in un reparto contiene oltre 300 detenuti con una sola doccia.

L'attuale forza in organico è di soli 298 agenti. "Il caldo afoso e le alte temperature tra Caronte, Lucifero e Minosse - aggiunge Mastrulli - stanno aggravando la situazione mentre a Bari negli uffici del Prap (provveditorato regionale) 'combattono' la propria attività in comode stanze climatizzate e dove quasi 100 dipendenti tra polizia e civili gestiscono 11 strutture penitenziarie: altro che spending review del Canton Ticino".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento