Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

"Vi uccidiamo tutti, neri bastardi". Il giorno dopo l'inseguimento a colpi d'arma da fuoco: 30enne gravemente ferito al volto

Indagini in corso sull'inseguimento a colpi d'arma da fuoco e il ferimento grave di un migrante. Uno di loro, Sinayogo Boubakar, 30 anni del Mali, è stato gravemente ferito al volto e ora si trova ricoverato presso il policlinico Riuniti di Foggia.

Cercavano noi, i neri del Ghetto. Volevano farci paura. Ma noi non possiamo smettere di parlare” è quanto avrebbe dichiarato una delle tre vittime dell'inseguimento a colpi d'arma da fuoco avvenuto nella notte tra domenica e lunedì scorso nei pressi del gran ghetto, l'insediamento che si trova tra le campagne di San Severo e Foggia. 

Uno di loro, un trentenne del Mali, è stato gravemente ferito al volto e ora si trova ricoverato presso il policlinico Riuniti di Foggia. Gli altri, un 26enne del Mali e un 30enne della Costa d'Avorio, hanno riportato un grosso spavento e lievi ferite. 

Le indagini dei carabinieri si starebbero concentrando sull'ipotesi di un'azione ritorsiva collegata ad un fatto accaduto il giorno prima quando quattro italiani si sono presentati a Torretta Antonacci, dove vi è un insediamento di lavoratori migranti, per rubare il gasolio che fa funzionare l’impianto di illuminazione dell’area.

Come si legge sulla pagina facebook di Casa Sankara "sono stati visti e fermati dai migranti che hanno chiamato la polizia. Tre sono riusciti a scappare gridando: "Vi uccidiamo tutti, neri bastardi", uno invece è stato bloccato dai migranti fino all’arrivo della polizia che lo ha arrestato"

"Noi di Casa Sankara vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà e la nostra vicinanza. E poi vogliamo rappresentare tutto il nostro sdegno per questo grave episodio, ricordando a gran voce che i migranti non debbono essere lasciati soli, in balia di malviventi, approfittatori e sfruttatori senza scrupoli che cercano di farci abbassare la testa"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vi uccidiamo tutti, neri bastardi". Il giorno dopo l'inseguimento a colpi d'arma da fuoco: 30enne gravemente ferito al volto

FoggiaToday è in caricamento