Cronaca Via Saseo

Tenta di sottrarre bambina di 11 anni sostenendo di essere la madre naturale

Rita Montrone, ispettore della Squadra Mobile di Foggia libera dal servizio, è intervenuta per bloccare un tentativo di sottrazione di una bambina figlia affidataria di una coppia di coniugi foggiani

Squadra Mobile

La sera del 18 luglio l’ispettore della Squadra Mobile della Questura di Foggia, Montrone Rita, libero dal servizio è intervenuta in merito un tentativo di sottrazione di minore, N. F., figlia affidataria di una coppia di coniugi foggiani.

L'ispettore, attratta dalle urla di numerose persone, è uscita prontamente dal negozio dove si trovava per effettuare delle compere, è ha prontamente notato una signora con tre bambine di cui una di colore, che piangevano disperate abbracciate tra di loro e che scappavano nel vicolo di via Saseo,

L’ispettore ha inseguito e bloccato la signora, che tra le lacrime e in evidente stato di agitazione, ha dichiarato che una donna di colore aveva poco prima cercato di sottrarle la nipote di anni 11 e che aveva provocato a una delle proprie figlie di sette anni, ferite all’avambraccio destro.

La signora, aggiungeva che la minore era stata data in affidamento alla sorella e a suo marito, circa nove anni addietro.

Poco distante, c’era una donna di colore cittadina eritrea con un bambino di pochi anni che inveiva nei confronti della signora e di una pattuglia dei vigili urbani, dimenandosi e urlando al loro indirizzo e alle volanti sopraggiunte su richiesta dell’ispettore della Squadra Mobile.

La donna ha affermato di essere la madre naturale della bambina di colore.

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di sottrarre bambina di 11 anni sostenendo di essere la madre naturale

FoggiaToday è in caricamento