Altro sgombero in via Bari, attimi di tensione e preoccupazione tra i rom: "Non sappiamo dove andare"

Polizia locale in via Bari per eseguire lo sgombero di altre dieci famiglie presso i locali ex Satel di Foggia. L'avv. Carlo Del Misto della comunità Rom: "Si sta creando un problema di ordine pubblico"

Gli appartamenti di via Bari

E' in atto dalle 7 di questa mattina la seconda parte del provvedimento di sgombero emanato dal sindaco di Foggia Franco Landella presso gli appartamenti ex Satel di via Bari per molti anni occupati abusivamente da circa 45 famiglie di etnia rom. Non sono mancati attimi di tensione all'arrivo degli agenti della polizia locale, con le famiglie - donne, anziani e bambini - che hanno protestato contro quello che ritengono essere "un atto di forza".

Oggi dovrebbero lasciare gli appartamenti dieci famiglie, che si aggiungono alle sei liberate il 31 luglio e delle quali non si sa nulla. Probabilmente al termine di questa giornata dovrebbe svolgersi un tavolo tecnico per verificare la possibilità di sistemare le famiglie sgomberate altrove,

Questo il commento dell'avv. Carlo Del Misto: "Continua senza sosta lo sgombero di altre famiglie che saranno lasciate a boccheggiare sotto il sole di agosto, alle porte delle festività della Madonna dei Sette Veli. Neppure questo ha fatto desistere il Sindaco dal suo proposito di “ripistinare la legalità a tutti i costi”. Ma non è esempio di legalità quanto operato brutalmente dall’amministrazione Landella contro i fondamentali diritti umani soprattutto di donne, bambini anziani e malati, al di là di ogni pregiudizio verso l’etnia Rom"

Per il difensore della comunità rom "l'amministrazione ha avuto ben cinque anni di tempo (da tanto sosta la comunità rom nella struttura ex Satel) per pianificare un esodo controllato delle più di 150 persone occupanti, ma non è riuscita a mettere a loro disposizione neppure un centimetro quadrato per consentire a donne e bambini di avere il minimo indispensabile per vivere. Non è un fallimento? Inoltre, si sta creando un problema di ordine pubblico non indifferente lasciando per strada tante famiglie che non posseggono nulla. Non è un fallimento? Si abbia ad esempio quanto operato da altri comuni in casi analoghi di sgomberi da occupazioni abusive"

Del Misto conclude: "Le amministrazioni hanno in questi casi messo a disposizione ipotesi alternative di alloggio per gli sfollati e nel caso di Palermo, si è proceduti anche ad un piano di inserimento sociale. Ci saprà spiegare il Sindaco cosa sta facendo l’amministrazione e dove saranno collocati gli sfollati di Via Bari ex Satel? Oppure dobbiamo nuovamente prendere atto che l’indifferenza ha soverchiato il buon senso? La comunità non è sola, non lasceremo a loro stessi donne, bambini, anziani e malati. Porteremo avanti a tutte le sedi la vicenda. Già se ne sta occupando il Tar e ne sarà interessata anche la Corte di Strasburgo"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultim'ora | Carabinieri 'rastrellano' il Foggiano: scatta il blitz anticrimine, in azione elicottero e unità cinofile

  • Omicidio: si indaga sulle ultime ore di vita di Giordano, forse l'assassino gli ha teso una trappola

  • Blitz anticrimine nel Foggiano: pioggia di arresti dalle prime luci dell'alba, 180 carabinieri alla ricerca di armi e droga

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Maxi concorso da Oss: ecco l'elenco e le date delle prove orali, in migliaia a Foggia per 2445 posti

  • Folle fuga in A14: foggiano su un'auto rubata forza posto di blocco, sfonda casello e poi si schianta contro un muretto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento