menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La bomba sequestrata

La bomba sequestrata

Controlli serrati a Vieste, carabinieri sequestrano bomba artigianale: arrestato 28enne

Gli artificieri hanno accertato che si tratta di una “bomba carta”, dagli effetti, per tipo e quantità di esplosivo, micidiali, di quelli noti per l'impiego nelle estorsioni e nei danneggiamenti a negozi e attività varie

I carabinieri della Compagnia di Manfredonia, anche a seguito degli ultimi fatti di sangue recentemente verificatisi nel territorio di Vieste, hanno effettuato nell’ambito del territorio di competenza, e in particolare in quello ricadente nella giurisdizione della dipendente Tenenza di Vieste, un vasto servizio a largo raggio, dando corso sin dall’alba ad un’intensa attività di controllo e perquisizione nei confronti di numerosi e diversificati obiettivi.

Nel corso di tali operazioni, a Vieste,  i carabinieri hanno sottoposto a perquisizione anche l’abitazione del 28enne pregiudicato  Fabio Vario. Nel corso delle operazioni, estese anche alle pertinenze della casa, all’interno del garage attiguo all’immobile è stato rinvenuto, ben nascosto, un ordigno esplosivo artigianale del peso di 320 grammi, sul quale verranno ora effettuati accertamenti tecnici. Grazie agli Artificieri del Comando Provinciale di Bari si è intanto potuto verificare che si trattava di un ordigno esplosivo improvvisato del tipo “bomba carta”, dagli effetti, per tipo e quantità di esplosivo, micidiali, di quelli purtroppo noti per l'impiego soprattutto nelle estorsioni e nei danneggiamenti a negozi e attività varie.

Alla luce di quanto tecnicamente documentato dagli artificieri dell’Arma, a conclusione degli accertamenti, Vario Fabio, già noto per una rapina aggravata commessa a Milano e poi per evasione, è stato quindi dichiarato in arresto per detenzione di esplosivo e tradotto presso il carcere di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 Nel corso delle altre attività, sempre a Vieste, sulla spiaggia i militari hanno rintracciato un pregiudicato 34enne napoletano gravato da un ordine di esecuzione per la carcerazione. Condotto in caserma per gli accertamenti, si è potuto verificare che l’uomo, tra l’altro gravato da numerosi precedenti penali e di polizia per reati commessi nel napoletano, luogo di origine e residenza, trasferitosi a Vieste per il periodo estivo, era colpito da un ordine di carcerazione per il reato di evasione dalla misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto in quel luogo nell’anno 2013. Al termine delle formalità, il soggetto è quindi stato sottoposto -al momento in Vieste- alla misura della detenzione domiciliare definitiva per un residuo pena pari ad un anno di reclusione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento