Propulsori di moto rubate in vendita su Subito.it, denunciato giovane cerignolano

E’ quando scoperto dagli agenti della squadra volanti del commissariato, in un casolare a 7 km dal centro ofantino. Per il fatto, N.R., di 24 anni è stato denunciato per ricettazione

L'interno del deposito

Numerose componenti di motociclette, smontate, sezionate e stivate in un vecchio casolare in contrada Santa Maria dei Manzi, a circa 7 chilometri da Cerignola. E’ quando scoperto, all’inizio della settimana, dagli agenti della squadra volanti del commissariato ofantino, nel corso di una serie di servizi di intensificazione del controllo del territorio.

Nel dettaglio, la polizia ha trovato numerosi propulsori ed altri organi di moto di nuova generazione smontati e, verosimilmente, provento di furto o ricettati. I successivi servizi di appostamento, predisposti per individuare gli utilizzatori di questo improvvisato ‘deposito’, non hanno portato a grossi risultati, a causa della presenza costante, in zona, di numerosi contadini impegnati nei propri fondi.

Tuttavia, poiché si trattava di 16 propulsori, alcuni completi di trasmissione e tutti con i numeri di matricola abrasi, particolarmente ricercati sul mercato dell’usato, gli agenti hanno provveduto ad inserire, sul sito internet Subito.it, le sigle dei propulsori rinvenuti e sequestrati, trovando in vendita due propulsori appartenenti ad una Honda Hornet 600 ed a una Honda VF750, con tanto di foto allegata.

Gli annunci facevano riferimento alla zona di Foggia e ad una motodemolizione locale. Confrontando le foto dei propulsori in vendita con due dei propulsori in sequestro, risultava - senza ombra di dubbio - che si trattava degli stessi. In particolare, vi erano alcune scritte in rosso che indicavano il modello della moto di appartenenza, poste sullo stesso punto e con la stessa calligrafia.

Il numero di telefono presente sul sito per le informazioni del caso risultava intestato ed in uso a N.R., 24enne, cerignolano, pregiudicato per reati specifici. Un controllo nella motodemolizione in questione ha poi accertato la veridicità del contatto sulla pagina del sito Subito.it. Il 24enne ha confermato l’uso del sito per le vendite dei pezzi riguardanti la sua azienda, inserendo personalmente le foto in questione.

Ma, in merito ai due pezzi contestati, spiegava che erano stati acquistati circa due anni fa e venduti in nero ad un fantomatico cittadino straniero, senza ricordare né il nome di quest’ultimo né la somma ricavata dalla vendita. Apparendo evidente che si trattava di false dichiarazioni, N.R,  è stato denunciato per ricettazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento