Coronavirus: ai Riuniti attivato il terzo modulo Rianimazione da 11 posti letto. Pronto anche il quarto modulo da sei

Sono stati così individuati ulteriori posti letto da destinare alla cura di pazienti affetti da coronavirus in seguito all’andamento epidemico della pandemia che si sta registrando in queste settimane

Il Policlinico Riuniti di Foggia ha avviato il potenziamento delle misure di sicurezza come azione preventiva e di gestione ottimale delle situazioni a rischio già avviata nelle settimane scorse con il monitoraggio epidemiologico.

L’azienda ospedaliero-universitaria ha predisposto un ulteriore rafforzamento dei livelli di guardia in questo momento delicato per fronteggiare la rapida evoluzione della pandemia da Sars- CoV2: sono stati così individuati ulteriori posti letto da destinare alla cura di pazienti affetti da coronavirus in seguito all’andamento epidemico della pandemia che si sta registrando in queste settimane.

Il cronoprogramma delle ultime attivazioni di posti letto registra il seguente adeguamento che riguarda nello specifico l’avviamento del terzo modulo di Rianimazione con 11 posti letto con decorrenza dal 2 novembre 2020

Nel cronoprogramma è inserita anche l’attivazione del quarto modulo di Rianimazione con ulteriori 6 posti letto con decorrenza dal 20 novembre 2020. il totale generale di posti letto attivati è di 32 ma sono previsti possibili ulteriori aumenti di posti letto

Il terzo modulo completa gli altri due già operativi e presenti sullo stesso plesso (il corpo H all’interno del Policlinico) costituendo un unico blocco verticale di lavoro che ha lo scopo di favorire gli operatori che svolgono le attività in team senza spostamenti dispendiosi in termini temporali.

La scelta del monoblocco della Rianimazione, al momento rafforzata con questi numeri, è giustificata dalla posizione strategica contigua al Pronto Soccorso per facilitare il primo accesso per i casi più critici che dovessero presentarsi in ospedale o per agevolare le operazioni più delicate grazie al supporto della diagnostica di urgenza attiva H24.

"Il Coronavirus sta mettendo a dura prova il sistema sanitario regionale ed i suoi professionisti ma l’integrazione della rete ospedaliera consentirà al Policlinico Riuniti di contare su un sistema che si sta realizzando in provincia di Foggia e più in generale in regione Puglia capace di rispondere in tempi congrui ai bisogni assistenziali del capoluogo dauno e della provincia da cui, ricordiamo, si riversano sacche cospicue di pazienti alla luce degli ultimi allarmanti dati epidemiologici"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Testimonianza choc, la compagna del 38enne ucciso: "E' stato il bambino". Giornalista costretto a cancellare immagini

Torna su
FoggiaToday è in caricamento