Rapinano Convì a Stornarella, ma carabinieri li intercettano sulla strada per Cerignola: arrestati

Si tratta degli incensurati Michele Reddavide e Francesco Dimeo, inseguiti dai carabinieri e arrestati. Il colpo nel supermercato aveva fruttato 500 euro

Rapina al Convì di Stornarella

Nella serata di mercoledì i militari dell'Aliquota Radiomobile del NORM di Cerignola hanno tratto in arresto Michele Reddavide e Francesco Dimeo, entrambi incensurati cerignolani cl. '98. Erano da poco passate le 19 quando una persona, travisata con un passamontagna e armata di pugnale, ha fatto irruzione all’interno del supermarket ‘Convì’ di Stornarella e, dopo aver minacciato uno dei cassieri, si è impossessato del cassetto del registratore di cassa, fuggendo poi con una Ford Fiesta, al volante della quale vi era un complice ad attenderlo.

Dopo la chiamata al 112 da parte di un cliente dell’esercizio commerciale, sono immediatamente scattate le ricerche dei malfattori. In particolare, un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cerignola, avendo intuito che i rapinatori potessero essere dei cerignolani in trasferta, si è concentrata su una delle tante strade che da Stornarella portano a Cerignola. Dopo pochi minuti, infatti, i militari hanno visto arrivare proprio la Ford Fiesta da ricercare, i cui occupanti, alla vista dei colori dell’Arma dei Carabinieri, hanno tentato di darsi alla fuga.

I militari non si sono però lasciati sorprendere, e dopo poche centinaia di metri sono riusciti a bloccare l’auto. Dopo una colluttazione con i rapinatori, li hanno immobilizzati. Inizialmente i due hanno tentato di accampare varie scuse per giustificare il proprio tentativo di fuga, ma quando i Carabinieri hanno trovato i passamontagna, due pugnali e una busta con il denaro, di cui non sapevano giustificare la provenienza, i due malfattori non hanno potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità.

Condotti in caserma, i due giovani sono stati dichiarati in stato di arresto, e dovranno rispondere di rapina pluriaggravata, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di arma bianca. Su disposizione del P.M. di turno sono entrambi stati condotti presso la casa circondariale di Foggia. Il bottino della rapina, poco più di 500 Euro, è stato interamente restituito 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento