menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Violenta rapina a mano armata in un bar di Cerignola, titolari reagiscono ma vengono colpiti alla testa

Il colpo sfuma, rapinatori fuggono con due bottiglie di liquore. Sull'accaduto indagano i carabinieri. In ospedale, con 25 giorni di prognosi, il figlio 53enne della titolare

Attimi di panico, ieri sera, all’interno del bar ‘Buonopane’ di Borgo Tressanti, nel cerignolano, a causa di un violento tentativo di rapina messo a segno da due individui a volto coperto, armati rispettivamente di pistola e fucile.

I due, secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, hanno fatto irruzione nell’attività minacciando la titolare del bar, di 77 anni, e suo figlio di 53; quest’ultimo ha opposto resistenza ai rapinatori, ingaggiando con loro una violenta colluttazione che avrebbe fatto sfumare il colpo. Durante lo scontro, sia la donna che suo figlio sono rimasti feriti, entrambi alla testa, colpiti con il calcio delle armi.

Più serie le condizioni dell’uomo, trasportato al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia con una ferita di 10 cm al capo giudicata guaribile in 25 giorni. Sull’accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri. L’attività non è dotata di sistema di videosorveglianza, ma durante la colluttazione, i rapinatori avrebbero perso i passamontagna sui quali verranno effettuati gli esami del caso. Prima di fuggire, i due avrebbero portato via due bottiglie di liquore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Attualità

"L'antimafia non si fa così". A Foggia compleanno amaro della legge 109. "Senza visibilità per i beni confiscati, lo Stato ha vinto ma nessuno lo sa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento