Violenta rapina, picchiato e costretto a scendere dalla sua auto (poi ritrovata): arrestato uno dei due aggressori

Ad agire un cerignolano (ricercato) e un sanseverese (portato in carcere) a Ruvo di Puglia. Si erano allontanati da una casa famiglia. L'auto è stata ritrovata a San Ferdinando dai carabinieri

I carabinieri di Ruvo di Puglia hanno fermato l'autore di una rapina eseguita ai danni di un cittadino 68enne del posto che mentre percorreva a bordo della propria autovettura via Giovanni Amendola, era stato fermato da due persone che con la scusa di chiedere indicazioni stradali, lo hanno aggredito con violenza.

Dopo le percosse, lo hanno costretto scendere dalla macchina, per poi salirvi a bordo e fuggire, facendo perdere le proprie tracce. A quel punto la vittima ha chiamato Carabinieri.

Importanti sono stati i particolari che ha fornito il denunciante agli inquirenti sulla descrizione dei suoi aggressori, ovvero due uomini di nazionalità italiana  alti all’incirca 170/175 cm, vestiti uno con jeans e maglietta e l’altro con giacca estiva di colore scuro. 

Man mano che l’uomo descriveva sommariamente i tratti degli aggressori i militari riscontravano la segnalazione avuta poco prima circa l’allontanamento da una “Casa famiglia” di due soggetti che combaciavano per fattezze e caratteristiche proprio con coloro che venivano individuati dal denunciante negli autori del reato. 

Fatto il riconoscimento, identificati in S.A. cerignolano 23enne e P.E. di San Severo 37enne,  avuta contezza del rientro di uno dei due presso la struttura, lo bloccavano ed a suo carico veniva emesso, dalla Procura della Repubblica di Trani, un fermo di indiziato di delitto per rapina impropria, con la conseguente collocazione presso la locale Casa Circondariale. Il complice è ancora attivamente ricercato. L’auto è stata rinvenuta alcune ore dopo in una campagna di San Ferdinando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento