Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Manfredonia

Inseguimento in mare: arrestati pescatori abusivi di Manfredonia

Dopo aver tentato la fuga e minacciato i carabinieri, hanno simulato un'avaria al motore e atteso un natante della Capitaneria di Porto. Dovranno rispondere di infrazioni al codice della navigazione

Resistenza e minacce a pubblico ufficiale, infrazioni al codice della navigazione. Reati che hanno costretto i carabinieri della Motovedetta “CC 817 COSTANTINI”, ad arrestare G.T. 44enne e M. N. 35enne, già noti alle Forze di Polizia.

Entrambi sono stati sorpresi nella zona d’acqua prospiciente il porto industriale a bordo di una piccola imbarcazione da diporto adattata a peschereccio. I due hanno tentato di sottrarsi al controllo dei militari, compiendo manovre pericolose e minacciandoli.

Pur di non essere avvicinati dai carabinieri, hanno spento i motori, simulato un’avaria e richiesto l’intervento della Capitaneria di Porto.

Giunta sul posto, i colleghi della Capitaneria di Porto hanno constatato il falso allarme e invitato l’imbarcazione a desistere e a farsi controllare. Dopo varie manovre in mare e grazie all’arrivo di un altro natante, i due pescatori abusivi hanno fatto rientro nel porto commerciale.

Il 44enne ha opposto decisa resistenza ai carabinieri che hanno tentato di di salire a bordo dell’imbarcazione al fine di perquisirla.  A bordo sono state rinvenute reti da pesca non conformi alle norme, prodotti ittici pescati illecitamente e gasolio agevolato illegalmente detenuto.

Posto tutto sotto sequestro, i due dovranno rispondere di varie infrazioni al codice della Navigazione.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento in mare: arrestati pescatori abusivi di Manfredonia

FoggiaToday è in caricamento