Cronaca

Perquisita l'abitazione di Landella, tre giorni prima delle dimissioni: la polizia avrebbe sequestrato telefoni e documenti

L'attività di polizia sarebbe avvenuta lo scorso sabato, 1° maggio. Gli agenti - riporta l'agenzia - avrebbero quindi sequestrato i telefoni cellulari di Landella e della consorte, insieme ad altri documenti. Bocche cucite da parte degli inquirenti

Immagine di repertorio

Perquisita l'abitazione del sindaco dimissionario di Foggia, Franco Landella. A lanciare la notizia è l'Ansa.

Gli agenti della polizia - che lo scorso venerdì hanno eseguito l'arresto dei consiglieri comunali Leonardo Iaccarino e Antonio Capotosto - avrebbero effettuato una perquisizione domiiciliare a carico del primo cittadino che, proprio ieri, ha rassegnato le sue dimissioni, dietro le quali potrebbe aver inciso anche questo dettaglio. 

L'attività di polizia sarebbe avvenuta, appunto, lo scorso sabato, 1° maggio. Gli agenti - riporta l'agenzia - avrebbero quindi sequestrato i telefoni cellulari di Landella e della consorte, insieme ad altri documenti. Bocche cucite da parte degli inquirenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perquisita l'abitazione di Landella, tre giorni prima delle dimissioni: la polizia avrebbe sequestrato telefoni e documenti

FoggiaToday è in caricamento