Cronaca Cerignola

Perizia cartolina Schepp, “Chi l’ha visto” attacca la redazione del Tg5

Gli operatori della trasmissione di RaiTre avevano ricostruito e tradotto la lettera spedita dall'uomo suicida alla moglie. Il Tg5 ha ripreso il documento "falso" e in un servizio lo ha fatto analizzare da un perito calligrafico

Sul caso delle gemelline svizzere scomparse, la nota trasmissione di Raitre “Chi l’ha visto”, tempo fa si era occupata della cartolina che Matthias Schepp, l’uomo suicida lungo i binari della stazione “Cerignola Campagna”, aveva spedito alla propria moglie.

Gli operatori della trasmissione che si occupa di casi di persone scomparse e che va in onda su Rai Tre ogni mercoledì, avevano eseguito una ricostruzione verosimile del documento e tradotto il testo della cartolina dal tedesco all’italiano.

Nel corso dell’ultima puntata la conduttrice del programma ha attaccato la redazione del Tg5 accusando i tecnici, anche un pò ironicamente, di aver fatto analizzare da un’esperta la riproduzione della lettera tradotta dal programma di Rai Tre e trascritta da una macchina utilizzata dal grafico del programma della terza rete. Nel servizio del Tg5 viene intervistata un’esperta che esegue una perizia calligrafica della cartolina.

Un caso di scopiazzatura si è rivelato così un “madornale errore” come lo ha definito la conduttrice. Una perizia calligrafica fatta su una scrittura che non apparteneva a Matthias Schepp. “Fa anche un pò ridere” ha commentato nel corso della trasmissione Federica Sciarelli.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perizia cartolina Schepp, “Chi l’ha visto” attacca la redazione del Tg5

FoggiaToday è in caricamento