Cronaca

Droga, sgominata organizzazione clan Sinesi: compiuti nove arresti

Nell'operazione "Scarface" sono stati individuati 650 episodi di spaccio e un giro d'affari di 230mila euro. Accertato anche un episodio estorsivo ai danni di un medico degli Ospedali Riuniti

Si è conclusa da pochi minuti l’operazione “Scarface” coordinata dalla direzione Distrettuale Antimafia di Bari che questa mattina, dalle prime luci dell’alba, ha visto impegnati ottanta uomini del comando provinciale dei Carabinieri di Foggia.

Sono state eseguite nove ordinanze di custodia cautelare ai danni di esponenti dell’organizzazione dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti targato Sinesi. Due di essi hanno beneficiato degli arresti domiciliari. Accertati 650 occasioni di spaccio per un giro d’affari stimato intorno ai 230mila euro. La base logistica del clan era la sala giochi “Scarface” della Chiesa di Carmine Vecchio, chiusa da un anno. Le indagini sarebbero partite da lì nel 2008. Secondo gli inquirenti l’organizzazione operava su due livelli e si avvaleva di due squadre di spacciatori: una specializzata nella vendita di hashish e l’altra in quella della cocaina. I proventi venivano poi reinvestiti in attività illecite oppure utilizzati per pagare gli stipendi agli affiliati.

Nell’operazione, in seguito alle intercettazioni telefoniche, è stato accertato anche un caso di estorsione. La vittima sarebbe un medico degli Ospedali Riuniti. Al dottore furono chiesti (poi riscossi) 3mila e 500 euro per la restituzione della sua Peugeot. Alla trattativa parteciparono due complici dei malviventi, un addetto a una ditta manutentrice e un’infermiera, entrambi dipendenti del nosocomio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, sgominata organizzazione clan Sinesi: compiuti nove arresti

FoggiaToday è in caricamento