Pioggia di arresti e criminalità alle corde. Le intercettazioni shock: "Sparo, ti faccio vedere io che gli faccio"

Alcuni frammenti di intercettazione nei quali emerge la efferatezza e spregiudicatezza di alcuni degli arrestati

foto di repertorio

E' di dodici arresti, una persona ricercata e un obbligo di dimora il bilancio dell'indagine 'Santa Muerte', al termine della quale i carabinieri di hanno assestato un duro colpo alla criminalità del Nord Gargano. Stupefacenti, armi, estorsioni e un proposito omicidiario, tra i capi di accusa. In alcuni stralci di conversazione riportati si evince la spregiudicatezza degli indagati.

I nomi degli arrestati

Relativa ai guadagni, A: "... sai quanto gli ho fatto guadagnare con lo spaccio ai cristiani? 160mila euro in due mesi..."

Sul tipo di sostanza, B: "L'astinenza di questa ti fa sbattere la testa vicino al muro!"

Modalità di recupero della droga portata via mare e lanciata dai gommoni, C: "Loro la lanciano nell'acqua, la portano vicino riva, con le corde e poi appena arriva la prima corda... zac... tagliano il filo... tu devi stare già là per recuperarla..."

Pericolosità, D: "Adesso ha toccato un cristiano che non doveva toccare, adesso vediamo un attimo quanto valgono loro, che dobbiamo fare... lo sparo... puhm puhm!!! Una botta... vai, vai, vaiii, che mo ti faccio vedere io a questo che gli faccio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento