Forzano ingresso e occupano sede Onlus: ad agire donne con minori, polizia arriva e scatta lo sgombero

L’attività di convincimento degli operatori ha indotto gli occupanti a lasciare l’immobile, senza azioni coattive. I locali sono stati restituiti all’avente diritto, per il fatto inoltrata notizia di reato all’Autorità competente

Gli arnesi recuperati sul posto

Occupano abusivamente i locali di una Fondazione Onlus, in viale degli Aviatori, a Foggia. Polizia riporta ordine e restituisce l'immobile agli aventi diritto. E' in breve quanto accaduto alle prime luci della giornata di ieri, quando gli agenti del Reparto Volanti sono intervenuti alla periferia della città, a seguito della segnalazione di un tentativo di intrusione in un edificio.

Giunti sul posto, gli operatori hanno trovato all'interno dello stabile due donne ed un uomo, oltre a due minori. Nella circostanza, i poliziotti accertavano la forzatura delle catene, con relativi lucchetti, posizionati al cancello principale ed a quello posteriore, la rimozione della grata posta a protezione di una delle finestre mediante strumenti di effrazione rinvenuti sul posto e sequestrati; verificavano, altresì, che la struttura era disabitata, priva di arredi e di fornitura elettrica.

Nonostante i ripetuti inviti a lasciare l’immobile, le due donne si opponevano non ottemperando a quanto richiesto. Così fino a metà mattina, quando gli agenti ritornava sul posto e constatavano la presenza delle due donne e di un solo minore. Con l’ausilio di personale dell’Ufficio Minori, gli stessi venivano nuovamente invitati a lasciare l’immobile. Nel frattempo era stata accertata la titolarità dell’immobile che era stato concesso in locazione nel mese di marzo ad una Fondazione Onlus. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività di convincimento e di mediazione posta in essere dagli operatori intervenuti induceva le donne a lasciare l’immobile, senza la necessità del ricorso ad azioni coattive. A conclusione dell’attività, l’immobile veniva restituito all’avente diritto mentre nei confronti degli autori dell’intrusione, verrà inoltrata informativa di notizia di reato all’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento