Foggia piange Colby, il migrante di mille battaglie promotore della multiculturalità

Domenico Rizzi: “Noi tutti, insieme ai nostri fratelli stranieri che vivono nella nostra città, abbiamo oggi perso un punto di riferimento ed un amico. Grazie per quello che hai fatto”

Immagine di repertorio

Si è spento a soli 48 anni Colby, uno dei primi migranti africani che riuscirono nel difficile intento di integrarsi positivamente in Capitanata, attraverso un lavoro regolare, impegnandosi e partecipando costantemente ed attivamente alle attività sociali. Sposato con una donna italiana, dalla quale ha avuto due figli, l’ivoriano Lassina Coulibaly, - per il presidente provinciale Domenico Rizzi “era un fratello, strenuo promotore dei diritti dell’uguaglianza, difensore e rappresentante storico dei valori di quella ‘multiculturalità’ che la nostra città ha conosciuto, forse, in leggero ritardo rispetto al resto d’Italia e che, anche grazie a lui, rappresentano – per tutti  – un patrimonio culturale e umano di cui andare fieri”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Come non dimenticare quando, nel primi anni del 2000, Colby e l’Arci, insieme ad un altro nostro grande amico che non c’è più – Vittorio D’Anzieri – recavano ai migranti di Rignano generi di conforto e, soprattutto, parole fraterne e capacità di comprensione e di ascolto?  E’ stata una malattia a portarci via Colby ancora così giovane. Ci stringiamo con tutto l’affetto possibile a sua moglie ed ai sue due figli adolescenti e lo ringraziamo ancora per aver condiviso con noi – con sacrificio e spirito di giustizia – innumerevoli battaglie per cercare di migliorare le disumane condizioni di sopravvivenza di tanti suoi fratelli africani. Noi tutti, insieme ai nostri fratelli stranieri che vivono nella nostra città, abbiamo oggi perso un punto di riferimento ed un amico. Grazie per quello che hai fatto, Colby” conclude Rizzi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento