rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca Cerignola

Sfiorata tragedia familiare, figlio violento con un coltello in auto telefona al padre: "Oggi ti uccido"

Accade a Cerignola, dove gli agenti del commissariato hanno arrestato un 32enne del posto, con l'accusa di maltrattamenti e minaccia aggravata. E' stata la madre che, raccolta la minaccia, ha spinto il coniuge a recarsi dalla polizia per denunciare il figlio

Il padre gli lascia 'pochi' soldi, lui va in escandescenza e lo minaccia: "Oggi ti uccido". Accade a Cerignola, dove gli agenti del commissariato ofantino, a seguito di pressante attività investigativa, hanno arrestato un 32enne del posto con l'accusa di maltrattamenti e minacce aggravate.

L'ultimo episodio, in ordine di tempo, risale alla tarda mattinata del primo novembre: il giovane - è emerso - da tempo costringeva i genitori a consegnargli somme di denaro;  nella giornata di lunedì, a causa del fatto che il padre gli aveva lasciato una somma secondo lui insufficiente a soddisfare le sue esigenze, il 32enne è andato in escandescenze alla presenza della madre dicendole che, in quella giornata, avrebbe ucciso il padre.

La donna, pertanto, ha avvisato il marito invitandolo a recarsi in commissariato. Proprio mentre era in compagnia degli agenti, l'uomo ha ricevuto la telefonata minatoria del figlio, ascoltata dagli agenti, nel corso della quale il giovane diceva al padre che lo avrebbe ucciso.

Pertanto, gli operatori si sono messi sulle tracce del 32enne, che è stato trovato poco distante, con un coltello in auto. L’uomo è stato accompagnato al carcere di Trani. In sede di udienza di convalida, è stata confermata la misura cautelare della custodia in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfiorata tragedia familiare, figlio violento con un coltello in auto telefona al padre: "Oggi ti uccido"

FoggiaToday è in caricamento